testata per la stampa della pagina

Emergenze

Emergenza alluvione Sardegna 2013

L’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito nel novembre 2013 la regione Sardegna, con eventi alluvionali e dissesti geologici, ha causato l’evacuazione dalle proprie abitazioni di oltre 2000 persone nei comuni della provincia di Olbia, Cagliari, Oristano e Sassari.
La Croce Rossa Italiana ha da subito attivato e messo a disposizione le proprie risorse locali presenti sul territorio regionale, per prestare i primi e urgenti soccorsi, assistenza sanitaria nonché accoglienza delle persone sfollate. Contestualmente ha attivato anche le proprie risorse a livello nazionale e inviato nelle zone interessate dagli eventi calamitosi mezzi, attrezzature e personale.
Ha avviato una intensa attività di raccolta dei generi di conforto, quali: viveri, acqua potabile, vestiario e beni di prima necessità. Dapprima generici poi, in seguito ad una razionalizzazione delle quantità, della tipologia e delle richieste, si è potuto procedere ad una distribuzione mirata ed efficace.
L’attività di coordinamento dei soccorsi sul territorio regionale, è stata affidata alle sale operative CRI istituite presso la sede del Comitato Regionale CRI Sardegna e presso le sedi dei Comitati Provinciali CRI Cagliari, Oristano e Sassari.

Notizie

Alluvione Sardegna, Volkswagen Group dona 100mila euro alla Croce Rossa Italiana per aiutare la popolazione colpita dalla tragedia

Roma/Wolfsburg - Il Consiglio di Amministrazione di Volkswagen Aktiengesellschaft ha deciso di sostenere la Croce Rossa Italiana (CRI) nelle attività di assistenza alla popolazione colpita dalla tempesta "Cleopatra" in Sardegna con una donazione di 100.000 euro. Il denaro è volto ad aiutare le persone delle località alluvionate. La donazione è stata consegnata oggi a Roma, presso la sede nazionale della Croce Rossa Italiana.

Alluvione Sardegna, il Sindaco di Olbia ringrazia il Presidente Nazionale CRI, Francesco Rocca, per il lavoro svolto dalla Croce Rossa Italiana sul territorio

"Avevamo bisogno di aiuto, e al nostro grido disperato ha risposto la Croce Rossa. Finché non lo si prova davvero, non ci si crede: la Croce Rossa è dovunque, ed agisce per chiunque tenda la mano per richiedere aiuto, a 360°".  Sono le parole che il Sindaco di Olbia, Giovanni Maria Enrico Giovannelli, ha scritto in una lettera al Presidente Nazionale della CRI, Francesco Rocca, per il lavoro che la Croce Rossa Italiana ha svolto e sta svolgendo a favore della Sardegna colpita dall'alluvione.

Alluvione Sardegna, la Croce Rossa Italiana sempre in campo. Ancora attiva la raccolta fondi

La Croce Rossa Italiana continua l'attività a sostegno della popolazione colpita dal maltempo in Sardegna. I volontari della CRI sono concentrati soprattutto a Olbia, dove 25 persone si stanno occupando della gestione dei magazzini e della consegna del cibo e dei beni di prima necessità alle famiglie. E' sospesa un po' ovunque la raccolta di viveri e vestiario, mentre c'è necessità di elettrodomestici, stufe e deumidificatori nuovi.
Prosegue, inoltre, la raccolta fondi della Croce Rossa Italiana.

Alluvione Sardegna, la Croce Rossa Italiana impegnata prevalentemente a Olbia. Continua la raccolta fondi con la numerazione solidale 45500 

A due settimane dall'alluvione che ha devastato la Sardegna, la Croce Rossa Italiana continua le sue attività a sostegno della popolazione colpita dal maltempo. A Olbia venti volontari si stanno occupando della gestione dei magazzini e della consegna del cibo alle famiglie. E' sospesa un po' ovunque la raccolta di viveri e vestiario, a eccezione di Riola Sardo, in provincia di Oristano, dove sta per aprire un nuovo centro di raccolta.
Prosegue, inoltre, la raccolta fondi della Croce Rossa, anche tramite la numerazione solidale 45500, attiva fino al 4 dicembre.

Alluvione Sardegna, continua l'attività della Croce Rossa Italiana e la raccolta fondi con la numerazione solidale 45500

Prosegue il lavoro della Croce Rossa Italiana nelle località alluvionate in Sardegna. A Olbia la CRI gestisce l'accoglienza degli operatori delle organizzazioni di protezione civile impegnati nelle attività di soccorso e assistenza. Rimangono operativi 2 centri di raccolta viveri, coperte e vestiti presso le sedi della CRI di Cagliari e Sassari e procede la distribuzione di acqua potabile a Olbia, Oliena, Irgoli, Torpè. Continua la raccolta fondi della Croce Rossa, anche tramite la numerazione solidale 45500, attiva fino al 4 dicembre.

Alluvione Sardegna, prosegue il lavoro della Croce Rossa Italiana nelle località alluvionate e la raccolta fondi con la numerazione solidale 45500 

In Sardegna prosegue il lavoro della Croce Rossa Italiana nelle località alluvionate. Dall'inizio dell'emergenza la CRI, con il coordinamento della sala operativa nazionale, è in campo con una media di 100 volontari al giorno, impegnati principalmente nelle attività di assistenza alle persone sfollate e nella distribuzione di cibo e coperte. Sta continuando la raccolta fondi della Croce Rossa, anche tramite la numerazione solidale 45500, attiva fino al 4 dicembre.

foto pellegrini

Sardegna: grande sostegno su Twitter per la raccolta fondi della Croce Rossa Italiana

Da Alessia Marcuzzi a Federica Pellegrini e la Juventus FC passando per Aldo Montano, Antonio Floro Flores, Melissa Satta, Giorgia Palmas, Matteo Tagliarol, Carlo Alberto di Micco e tra gli altri Ivan Zazzaroni, Luca Abete di Striscia la Notizia e Valerio Scanu: ecco alcuni dei Twitter-sostenitori della raccolta fondi attivata dalla Croce Rossa Italiana, in collaborazione con il Segretariato Sociale della Rai, per aiutare la popolazione Sarda colpita dall'alluvione. 

 

Rendicontazione e accountability

 
Copyright © 2016 All Rights Reserved - Associazione Italiana della Croce Rossa - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006