testata per la stampa della pagina

Salute

Donazione record alla Croce Rossa Italiana, grazie all’offerta di un’intera giornata di lavoro dei collaboratori Novartis

 
 

Va alla Croce Rossa Italiana la donazione record di 720mila euro di Novartis Italia, resa possibile dalla partecipazione straordinaria dei collaboratori dell’azienda farmaceutica. Oltre 2.000 collaboratori del Gruppo Novartis in Italia, hanno risposto all'invito a donare il corrispettivo di un’intera giornata di lavoro per sostenere gli interventi volti a contrastare l’emergenza COVID-19 in particolare in Lombardia, la regione maggiormente colpita dalla pandemia. Novartis, per parte sua, si era impegnata a integrare la donazione, raddoppiando la cifra raccolta.

La scelta di devolvere il contributo alla CRI nasce dalla consapevolezza del ruolo insostituibile che questa organizzazione sta svolgendo, soprattutto nelle aree dove l’infezione da Coronavirus ha gli effetti più drammatici, per rispondere alle esigenze delle fasce di popolazione più vulnerabili ed esposte ai rischi sanitari e sociali dell’emergenza in corso. 

Questa donazione, per la quale ringrazio Novartis Italia a nome di tutta la Croce Rossa Italiana, è tanto più significativa in quanto frutto del concorso di centinaia di collaboratori dell’azienda, donne e uomini eccezionali - afferma Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna RossaIn questa forte partecipazione ci sono molte analogie con lo spirito che anima le migliaia di nostri volontari impegnati ogni giorno sul campo per aiutare e soccorrere tutti quelli che soffrono a causa dell’emergenza Covid".

La somma raccolta da Novartis è destinata, a sostenere le attività della CRI nelle aree della regione Lombardia che richiedono interventi di emergenza più numerosi e tempestivi, cioè quelle di Bergamo, Brescia, Codogno e Lodi. Consentirà, in particolare, l’acquisto di 6 ambulanze attrezzate o predisposte al bio-contenimento e di un’autoemoteca, ovvero un’unità camper per emotrasfusioni per le zone sopra citate e per il Comitato Regionale della Lombardia con sede a Milano.

Novartis ha un profondo legame con la Lombardia, regione nella quale ha le radici del suo insediamento in Italia e che ospita la nostra sede più importante”, sottolinea Pasquale Frega, Country President di Novartis in Italia. “Questo ha rappresentato un ulteriore stimolo per tanti nostri collaboratori a compiere un gesto di solidarietà che, per dimensioni, non ha precedenti nella storia della nostra azienda, e che nasce dalla volontà di fare squadra con quanti, a partire dalla Croce Rossa Italiana, sono in prima linea nel difendere la vita e la salute delle persone più fragili”.  

NOVARTIS PER UN’ITALIA A PROVA DI FUTURO 

La donazione alla Croce Rossa Italiana, che ha coinvolto la quasi totalità dei collaboratori Novartis in Italia, è solo uno degli interventi a breve e lungo termine che l’azienda ha messo in campo con la campagna “Novartis per un’Italia a prova di futuro”, nell'ambito dell’impegno assunto a livello globale dal Gruppo per fronteggiare la pandemia. L’azienda ha infatti donato un milione di euro a favore della Regione Campania e predisposto un servizio di consegna a domicilio di farmaci ospedalieri e da farmacie territoriali. Attraverso la Divisione Sandoz, ha donato ad AIFA un ingente quantitativo di dosi di idrossiclorochina per trattare decine di migliaia di pazienti. Ha anche garantito la fornitura gratuita di farmaci innovativi indicati per altre patologie e ritenuti potenzialmente efficaci nel trattamento di pazienti affetti da COVID-19. Inoltre, ai medici e alla comunità scientifica Novartis assicura l’accesso alle proprie risorse informative per raccogliere tempestivamente le evidenze scientifiche disponibili sul COVID-19, fornendo loro l’accesso alla piattaforma digitale Professionisti Salute. Infine, avvierà un progetto di valorizzazione della cultura scientifica rivolto ai più giovani e una call to action all'interno del programma di open innovation BioUpper per stimolare nuove soluzioni in grado di contribuire alla gestione delle emergenze in sanità.

A livello globale, l’impegno di Novartis nel sostenere il contrasto alla pandemia COVID-19 si esprime in diverse importanti iniziative. Tra queste, oltre alla fornitura di 130 milioni di dosi di idrossiclorochina ai Paesi in emergenza pandemia, si segnalano la creazione di un fondo globale di 20 milioni di dollari per aiutare le comunità di tutto il mondo colpite dalla pandemia e l’adesione a rilevanti progetti di ricerca intersettoriali, come il COVID-19 Therapeutics Accelerator, coordinato da Bill & Melinda Gates Foundation, The Wellcome Trust e Mastercard) e la partnership  di ricerca coordinata sul COVID-19 lanciata dall'European Innovative Medicine Initiative (IMI).

 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7