testata per la stampa della pagina

Sociale

Mobilità sociale. Fioroni: "In Italia inesistente. Il volontariato può offrire modelli diversi e opportunità di riscatto"

 
Mobilità sociale. Fioroni: "In Italia inesistente. Il volontariato può offrire modelli diversi e opportunità di riscatto"
 

“Dalle sabbie mobili del ‘come si nasce’ non si esce più, o almeno lo si fa, ma con grandissimi sacrifici. In un Paese in cui, tendenzialmente è aumentata la distanza tra chi ha tanto e chi invece sfiora o vive nella povertà assoluta e dove quell'ascensore sociale, democratico ed equo cui le generazioni passate sono state abituate, è diventato sempre più raro, diventa fondamentale individuare strumenti per offrire nuovi e diversi modelli, per favorire il reinserimento lavorativo delle persone più vulnerabili, allo stesso tempo, mettere in campo azioni di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale”. Queste le parole del Consigliere Nazionale della Croce Rossa Italiana, Paola Fioroni, all’indomani dell’uscita del Rapporto Coop 2018, che ribadiscono quanto già contenuto nel "Fair Progress?" della Banca Mondiale.  

Chi è povero rimane povero

Già lo sapevamo - continua il Consigliere Fioronima leggerlo nero su bianco fa sempre un certo effetto: sono davvero ampie le distanze sociali, economiche e geografiche nel nostro Paese. Oltre il 20% della popolazione italiana è a rischio povertà o esclusione sociale. Sembra non bastare più il livello d’istruzione e le capacità maturate, che spesso in un percorso di sviluppo personale, non vengono riconosciute e portano a occupazioni che non collimano con le stesse”.

 
Mobilità sociale. Fioroni: "In Italia inesistente. Il volontariato può offrire modelli diversi e opportunità di riscatto"
 

Le “ricette” della Croce Rossa Italiana

Alla luce di queste evidenze risulta ancora più importante - spiega Fioroni - il nostro operato: da un lato le già menzionate attività sociali per contrastare la povertà e l’esclusione sociale (Croce Rossa Italiana, solo per fare alcuni esempi, negli ultimi due anni ha stretto forti alleanze con altri Enti di Terzo Settore, ha aderito a “L’Alleanza contro la Povertà” e ha sottoscritto una Convenzione nazionale con Banco farmaceutico onlus per la raccolta e la distribuzione gratuita di farmaci) e, dall’altro, il volontariato e il servizio civile, bandito proprio pochi giorni fa, come opportunità per i giovani di rafforzare la loro coscienza sociale e maturare esperienze e conoscenze utili a orientarli nei loro percorsi personali e lavorativi”.

 

L’obiettivo

“Si tratta di interventi - conclude Paola Fioroni - volti a promuovere lo sviluppo dell’individuo, con particolare attenzione ai giovani e alle categorie vulnerabili in genere, intesi come possibilità di ciascuno di raggiungere il massimo delle proprie potenzialità, di vivere con dignità una vita produttiva e creativa, sulla base delle proprie necessità e scelte, adempiendo ai propri obblighi e realizzando i propri diritti”.

 
Mobilità sociale. Fioroni: "In Italia inesistente. Il volontariato può offrire modelli diversi e opportunità di riscatto"
 
Mobilità sociale. Fioroni: "In Italia inesistente. Il volontariato può offrire modelli diversi e opportunità di riscatto"
 
 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006