testata per la stampa della pagina

Sociale

Croce Rossa e Caritas: “Aiutare i poveri, un dovere civile e morale”

Una riflessione sulle misure di contrasto alla povertà e le alleanze che si stanno consolidando sia a livello nazionale che locale.
È il tema al centro dell’incontro “Aiutare i poveri, un dovere civile e morale” organizzato dal Comitato di Verona della Croce Rossa Italiana e la Caritas Diocesana Veronese sabato 9 febbraio presso la parrocchia Santi Apostoli. Una occasione discussione sul tema della povertà in cui diversi attori che operano nei contesti della vulnerabilità si sono confrontati affrontando tutte le sfaccettature di un tema così complesso.
Si è affrontata la questione del reddito di cittadinanza con l’intervento di Francesco Marsico, Responsabile Area Nazionale Caritas Italiana e i principi della strategia CRI 2018 – 2030 orientati all'innovazione sociale e al coinvolgimento di tutta la comunità con Paola Fioroni, consigliere nazionale CRI con delega alle attività sociali.


 

"Lavorare in rete, prendere in carico le persone e indirizzarle a quei servizi che possono aiutarle a superare le difficoltà,riattivare e rafforzare percorsi individuali di inclusione sociale e lavorativa, agire con una advocacy forte per ribadire che nessuno deve rimanere indietro: nella strategia di Croce Rossa Italiana c'è anche questo – ha detto Fioroni - E possiamo farlo grazie alla fitta rete di volontari e Comitati che ogni giorno su tutto il territorio nazionale si adoperano per rendere realtà i nostri Principi fondativi".

 


Oltre a una analisi delle misure di sostegno locale da parte dell’assessore del comune di Verona ai servizi sociali Stefano Bertacco, mons. Giuliano Ceschi, Direttore Caritas Diocesana Veronese, ha raccontato il modello Emporio della Solidarietà, quale luogo di sperimentazione di spazi capacitanti per le fragilità e di responsabilizzazione della collettività.
"L'occasione ci è gradita non solo per ribadire il rafforzamento delle azioni di Croce Rossa Italiana sul territorio a sostegno delle tante fragilità diffuse tra singoli e famiglie della città, ma anche per ringraziare quanti hanno saputo in questo progetto lavorare in rete – ha concluso il presidente della CRI Verona Alessandro Ortombina. Se siamo stati capaci di attivare questo servizio, è perché abbiamo capito che insieme possiamo fare molto di più".
L'evento rappresenta una tappa all'interno di un percorso di formazione e condivisione che ad oggi ha coinvolto oltre 90 volontari destinati al servizio degli Empori della Solidarietà della Rete Talenti.

Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7