testata per la stampa della pagina

Comitato Regionale Sicilia

Principi e Valori

Siria - Dolore e indignazione per l’attacco su civili a Duma

CRI Sicilia: “Un gravissimo crimine contro l’umanità: non restiamo in silenzio”

​​Qualche giorno fa, in Siria, si è consumato un gravissimo crimine contro l'umanità​: l’ennesimo attacco ha colpito i civili a Duma, nell’area del Ghouta orientale.​ ​Ciò che sta avvenendo è un vero e proprio crimine ​di guerra, un assedio contro la popolazione civile ​che non possiamo più tollerare​.

Ai sensi dell'art. 8 dello Statuto della Corte Penale Internazionale, gli attacchi contro la popolazione civile e beni di carattere civile e gli attacchi indiscriminati costituiscono crimine di guerra e, quindi, un’aperta violazione del Diritto Internazionale Umanitario.​ ​

Il Diritto Internazionale Umanitario sancisce​, infatti,​ che non esiste un diritto illimitato nella scelta dei metodi e mezzi di guerra e vieta l'uso di metodi che possono causare mali superflui e sofferenze inutili.

​​È dovere di ognuno di noi non rimanere in silenzio. Come Volontari CRI abbiamo il compito di denunciare i casi di violazione del Diritto Internazionale Umanitario e di diffonderne norme e principi.​ La situazione su quanto sia veramente accaduto in Siria non è ancora chiara ma si presume un attacco con uso di armi chimiche

Il Protocollo di Ginevra del 1925 introduce, per la prima volta, il divieto d’uso di armi chimiche e biologiche. Le armi biologiche sono state nuovamente oggetto di disciplina internazionale nel 1972, con la Convenzione che ne vieta l'impiego, la produzione e lo stoccaggio. La Convenzione del 1972 impone anche la distruzione delle armi chimiche

Adesso è fondamentale che ci possa essere un accesso e una verifica di ciò che è veramente accaduto. ​ Il tema delle armi chimiche o viene negato o viene minimizzato. Il vero punto è che nulla è lecito quando queste sono le conseguenze del conflitto", ​spiega Francesco Rocca, Presidente della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. 

​​CRI Sicilia ​sostiene il Presidente della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa​ nella d​enuncia dei crimini contro l'umanità e supporta la sua azione nella diffusione, presso le sedi istituzionali, dei temi del Diritto Internazionale Umanitario.

 
 
Siria - Dolore e indignazione per l’attacco su civili a Duma
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7