testata per la stampa della pagina

Giovani

Il futuro non va in vacanza. Parte da Avezzano l’XI Campo Nazionale dei Giovani CRI

 
Il futuro non va in vacanza. Parte da Avezzano l’XI Campo Nazionale dei Giovani CRI
© Danilo Mariniello
 

Sono giovani e per questo motivo quasi imprescindibilmente sognatori, ma adesso è tempo di agire. Con questo spirito più di 140 giovani volontari della Croce Rossa Italiana, tra i 14 e 32 anni, stanno partecipando all'XI Campo Nazionale della Gioventù per confrontarsi sulle sempre più complesse sfide umanitarie globali e sui dubbi che le giovani generazioni hanno maturato in questi anni di crisi economica, culturale e valoriale. Obiettivo: contribuire alla Croce Rossa del futuro. 

Sono quattro gli appuntamenti in tutta Italia che vedranno coinvolti i volontari CRI. Un percorso, avviato l’estate scorsa e rinsaldato a dicembre, in occasione degli Stati Generali della Gioventù, in cui più di 400 giovani hanno posto le basi per una nuova Strategia della CRI verso la Gioventù.

 

Tre parole chiave

Innovazione, Partecipazione ed Educazione sono le 3 parole chiave su cui si svilupperà l’XI campo nazionale che, dopo l’Abruzzo e il laboratorio di analisi dei bisogni e progettazione, toccherà la Sardegna con il training per missioni internazionali e la Toscana e il Piemonte per l’aggiornamento formatori e corso per i Consigli Direttivi.

I giovani di Croce Rossa infatti vogliono essere all’altezza delle aspettative e dei diversi ruoli che la Croce Rossa Italiana riconosce loro in quanto tali: innovatori, ambasciatori interculturali, facilitatori alla pari, agenti di cambiamento comportamentale e delle comunità.

 
Il futuro non va in vacanza. Parte da Avezzano l’XI Campo Nazionale dei Giovani CRI
© Danilo Mariniello
Lo sviluppo del giovane per noi è un percorso scandito da momenti distinti ma inevitabilmente connessi, il primo dei quali è stato rappresentato dal X Campo Nazionale in cui si è parlato di Ricerca e Analisi dei bisogni della gioventù nonché di Formazione alla progettazione partecipata. L’Assemblea Nazionale dei Giovani dello scorso dicembre ha poi costituito il necessario momento di Confronto e Condivisione affinché si riflettesse sui bisogni della gioventù emersi al fine di elaborare un piano strategico in linea con gli stessi. Quest’estate i Giovani sono chiamati a trasformare le indicazioni strategiche in azioni concrete, rendendosi parte attiva nella costruzione delle proposte.

L’Azione si concretizza nell’XI Campo Nazionale declinandosi come Innovazione, Partecipazione e Educazione, attraverso quattro appuntamenti tutti volti a realizzare la Strategia con azioni concrete sul proprio territorio. Rafforzare alcuni aspetti del ruolo all’interno di un Consiglio Direttivo, comprendere l’importanza della progettazione per lo sviluppo e la trasformazione di idee in azioni, avviare un processo di formazione associativa unica, attraverso l’aggiornamento dei Formatori allineato con le sfide globali e infine continuare a crescere significativamente all’interno del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, abituandosi a pensare globalmente per agire localmente. Un’esperienza volta non solo all’acquisizione di strumenti per migliorare l’impatto dei Giovani nelle loro comunità, ma anche a vivere sempre meglio questa incredibile realtà associativa.

Gabriele Bellocchi, Vice Presidente Nazionale CRI e Rappresentante Nazionale della Gioventù

 
Il futuro non va in vacanza. Parte da Avezzano l’XI Campo Nazionale dei Giovani CRI
© Danilo Mariniello
 
Il futuro non va in vacanza. Parte da Avezzano l’XI Campo Nazionale dei Giovani CRI
© Danilo Mariniello
 
 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006