testata per la stampa della pagina

Giovani

Ritorna “Il Velo d’Italia”, il concorso CRI che affronta le forme di discriminazione attraverso l'arte

 
 

Al via la seconda edizione del concorso nazionale artistico “Il Velo d’Italia”, in collaborazione con il MIUR, il Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con cui la Croce Rossa Italiana cerca di sensibilizzare gli studenti sul tema delle forme di discriminazione legate al fenomeno migratorio attraverso la solidarietà e l’arte. 

Da anni la Croce Rossa Italiana è in prima linea per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione attraverso la comunicazione non violenta, il corretto utilizzo dei social network e l'organizzazione di attività ed incontri nelle Scuole sul tema dell'integrazione e dell'inclusione sociale delle persone in situazione di vulnerabilità.

Il Concorso “Il Velo d’Italia” si propone di sensibilizzare la società, a partire dai più giovani, aumentandone la conoscenza e la consapevolezza in merito al fenomeno migratorio con l’obiettivo ultimo di creare comunità più inclusive in grado di promuovere la tolleranza, la cultura della nonviolenza, il rispetto reciproco ed eliminare le barriere create dal pregiudizio. Nello specifico, attraverso l'espressione artistica, il progetto vuole avvicinare i più giovani all'arte attraverso un concorso denominato “Il Velo d’Italia”. Il titolo del concorso fa riferimento al concetto del velo di Maya di Schopenhauer (1819), secondo cui la natura è apparenza ed è compito dell’individuo squarciare il velo delle illusioni, così come è compito dell’Associazione diffondere la verità attraverso l’informazione.  

Quest'anno il concorso nazionale “Il Velo d’Italia” vuole raggiungere proprio tutti quei ragazzi (e anche gli amanti dei numeri e delle lingue straniere sia ben chiaro!) che trovano più facile o comunque più divertente comunicare attraverso l'arte, con l'ideazione e la realizzazione di una poesia o un video o un disegno sul tema “Oltre la provincia del pensiero”, con riferimento al tema dei fenomeni migratori.

Obiettivo ambizioso che si vuole raggiungere dando l'opportunità agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di esprimere questi concetti attraverso la poesia, il disegno o la creazione di video che verranno esaminati e giudicati da una commissione di esperti al fine di decretare quale “artista” ha rappresentato al meglio i concetti trasmessi dai Volontari CRI.

Se siete interessati a promuovere l'arte nelle scuole italiane, potete attivare il Concorso “Il Velo d’Italia” semplicemente inserendolo nell’offerta formativa CRI-MIUR del vostro Comitato, entro e non oltre il 31 gennaio 2020:
 - per i Comitati territoriali non ancora iscritti al Progetto CRI-MIUR attraverso la compilazione del modulo di adesione online reperibile sul sito www.cri.it/miur/comitati;
- per i Comitati già aderenti al Progetto per l’a.s. 2019-2020, esclusivamente inviando una mail all’indirizzo miur@cri.it specificandola di voler partecipare all'edizione 2020 del Concorso.

 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7