testata per la stampa della pagina

Emergenza

Ponte Morandi, Croce Rossa al lavoro per sostenere la popolazione evacuata

Trasporti per le fasce più deboli, un centro notturno da 550 posti, assistenza materiale e psicologica

 
 

Un centro di accoglienza notturno con 550 posti letto, servizio di trasporto per le fasce più deboli, assistenza materiale e psicologica per la popolazione. Decine di volontari e operatori della Croce Rossa della Regione Liguria, del Comitato di Genova, del Corpo Militare Volontario e dei Comitati dell’hinterland genovese sono a lavoro da giorni, in coordinamento con le Istituzioni locali e la Protezione Civile, per garantire massimo supporto alla popolazione in occasione della demolizione del Ponte Morandi di Genova, parzialmente crollato lo scorso agosto. 

 
 

A causa dei pericoli legati alle polveri sollevate dall'esplosione è stata infatti disposta l’evacuazione completa delle abitazioni in un raggio di 300 metri con migliaia di persone coinvolte. La CRI, presente nel Centro Operativo Comunale (COC) e nel Centro di Coordinamento dei Soccorsi (CSS), sta dando supporto con 5 ambulanze dedicate, garantendo il trasporto di oltre 450 persone vulnerabili (over 65, famiglie con bambini di età inferiore ai 3 anni, persone con disabilità e problemi fisici) verso gli alberghi e i centri diurni e con le squadre di supporto psicologico. Pronto, grazie al lavoro coordinato tra comitati della zona e Corpo Militare Volontario, un centro notturno capace di ospitare centinaia di persone, allestito nel  caso il livello delle polveri non dovesse permettere ai cittadini della zona di rientrare in casa entro la serata.

 
 
 
 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7