testata per la stampa della pagina

Emergenze

Notizie

Allestimenti post terremoto

Terremoto, Croce Rossa presente in ogni territorio colpito: tra assistenza e supporto si lavora per mantenere viva la speranza

La scossa di terremoto del 30 ottobre è stata la più forte registrata in Italia sin dal 1980. Croce Rossa Italiana, già presente in forze su tutta l’area interessata, è attiva con oltre 300 tra volontari e operatori provenienti da numerosi comitati, sotto il costante monitoraggio e coordinamento della Sala Operativa Nazionale. Circa 80 i mezzi impiegati, tra cui ambulanze, autovetture, fuoristrada e camion.

La storia di Mirko e Alessia dal Campo CRI di Camerino

La storia di Alessia e Mirko: “Potevamo andare via, ma tante persone hanno bisogno di noi”

Alessia Mirko sono sposati da poco più di un anno. Lei è una studentessa, lui lavora all’Università di Camerino. In questi giorni, nel campo di accoglienza all’interno del palazzetto dello sport, i loro volti sono tra i più conosciuti. Anche loro hanno provato paura, e tanta, durante le violente scosse di terremoto, ma continuano a regalare sorrisi e pacche sulle spalle a chiunque si avvicini. 

Norcia avvolta da una nube di fumo

Terremoto, Croce Rossa potenzia l'impegno nelle zone colpite. In arrivo ad Ascoli una nuova cucina da campo.

Rocca: "Massimo sforzo dei nostri volontari, ma nessuna nuova raccolta di beni".
"Stamattina, quando la terra ha ricominciato a tremare, siamo usciti subito fuori dalla sede del Comitato e per 10 minuti non ci siamo visti l'uno con l'altro a causa della polvere provocata dai nuovi crolli". A parlare è Giovanni Casoni, Presidente del Comitato CRI di Visso che, in queste ore, insieme con il Presidente della Croce Rossa delle Marche Fabio Cecconi, sta facendo un sopralluogo nelle zone colpite dalla nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 6.5 per capire le reali esigenze della popolazione. 

A due giorni dal terremoto del 26 ottobre nel Centro Italia volontari e operatori di Croce Rossa proseguono le attività di assistenza alla popolazione colpita

Croce Rossa in prima linea nell'accoglienza: "La ricetta vincente è fare squadra"

A due giorni dalle scosse di terremoto del 26 ottobre, il Centro Italia continua a tremare. A Visso e Camerino, i tanti volontari e operatori di Croce Rossa proseguono nel dare conforto ed assistenza alla popolazione colpita.
A Camerino Croce Rossa sta dando riparo a circa 1500 persone in 3 centri di accoglienza e entro oggi sarà funzionante la cucina proveniente dal centro di emergenze di Roma. CRI ha inoltre predisposto due postazioni di soccorso sanitario: uno presso l’ospedale e l’altro nella sede del comitato.Anche a Visso proseguono le attività del locale comitato CRI, che nella notte appena trascorsa ha dato ospitalità a circa 100 persone e messo a disposizione del comune di Ussita un’ambulanza e degli operatori per fronteggiare eventuali emergenze sanitarie.

Forti scosse di terremoto nel Centro Italia. I volontari della Croce Rossa in prima fila nel supporto alla popolazione

Forti scosse nel Centro Italia. I volontari della Croce Rossa in prima fila nel supporto alla popolazione

Tre nuove forti scosse di terremoto hanno colpito l’Italia centrale tra Marche e Umbria nella serata di mercoledì 26 ottobre, facendo tornare la paura anche nelle zone già duramente colpite alla fine di agosto.
Molti cittadini di Visso hanno trascorso la notte nella sede locale della Croce Rossa Italiana. Squadre di supporto psicologico sono state inviate nell’area, insieme ad ambulanze e volontari dei Soccorsi speciali (SMTS). A Cingoli, la Croce Rossa ha evacuato un piano dell’ospedale, con 9 ambulanze e 20 volontari. Grazie alla Croce Rossa di Amatrice è stato messo a disposizione il palazzetto dello sport, che ha ospitato i cittadini impauriti dalle scosse.
Tutta la struttura a livello nazionale, in coordinamento con il Dipartimento di Protezione Civile, è in stato d’allerta e i volontari sono sui luoghi interessati dal sisma per l’assistenza alla popolazione colpita e per verificare i danni.

A due mesi dal terremoto centro italia nel polo croce rossa di Avezzano continuano le attività per la distribuzione dei beni di prima necessità

A due mesi dal sisma del Centro Italia, nel Polo CRI di Avezzano si continua a lavorare

A due mesi dal terremoto del Centro Italia prosegue l'attività del grande Polo Logistico CRI di Avezzano, fondamentale punto di riferimento per l’arrivo, lo stoccaggio e la spedizione degli aiuti sui luoghi del sisma.
All’interno degli enormi capannoni presenti nell’area, gli operatori ed i volontari continuano a ricevere, controllare, catalogare i materiali donati.
Tra le ultime attività portate a termine, la consegna ed il montaggio della sede provvisoria CRI di Amatrice e l’allestimento dei 10 camper forniti dal Dipartimento di Protezione Civile per consentire agli allevatori di Amatrice e Accumoli di non abbandonare le loro proprietà.

Croce Rossa adibisce 10 camper a moduli abitativi provvisori per gli allevatori colpiti dal terremoto centro italia

Sui luoghi del terremoto 10 camper da destinare agli allevatori

Dieci camper per consentire agli allevatori di rimanere all’interno delle loro proprietà e continuare a curare terre e bestiame. Ecco l’imponente spedizione che già si sta realizzando sui luoghi colpiti dal sisma del 24 agosto.
I veicoli, predisposti dal coordinamento DiComaC, saranno trasformati da Croce Rossa Italiana in confortevoli moduli abitativi, completi di biancheria, stoviglie, effetti per l’igiene personale e pacco viveri.
I primi quattro camper sono stati preparati il 18 ottobre, nel polo logistico CRI di Avezzano; due per Amatrice e due per Accumoli. Gli altri mezzi verranno allestiti e destinati, con gli stessi metodi, attraverso uno scaglionamento suddiviso in pochi giorni.

Salvataggio notturno MOAS-CRI: 113 migranti salvati e almeno 17 dispersi, tra loro un bimbo di tre anni

Salvataggio notturno MOAS-CRI: 113 migranti salvati e almeno 17 dispersi

Almeno 17 persone disperse, secondo quanto raccontato da 113 superstiti. Un bambino Nigeriano di soli tre anni è tra i dispersi accertati. La madre lo cerca ancora disperatamente.
"Vogliamo una risposta a livello europeo per fermare questa vergognosa strage senza fine" ha dichiarato il presidente nazionale di Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca "Non è l'immigrazione ad uccidere le persone, è l'indifferenza dei governi e della Comunità internazionale”
Responder, la seconda nave della missione congiunta MOAS-CRI, si sta dirigendo a Messina con 175 persone migranti soccorse nella notte tra martedì e mercoledì scorso. L’arrivo è previsto per le 7:00 di domani mattina.

Croce Rossa Italiana continua le attività di assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto centro italia

L’impegno di Croce Rossa nel terremoto del Centro Italia

Terminata la prima fase dell’emergenza seguita al terremoto del Centro Italia dello scorso 24 agosto, Croce Rossa Italiana rimane attiva nei poli logistici di Roma, Bresso, Avezzano, Rieti e Castel di Lama, per lo stoccaggio dei beni materiali e di prima necessità donati dai semplici cittadini e dalle aziende.Inoltre, è aperta la nuova sede provvisoria del Comitato CRI di Amatrice, che ha già attivato importanti attività sociali e ricreative.

MIGRANTI: operazione MOAS-CRI ©Mathieu Willcocks/MOAS.eu 2016, tutti i diritti riservati

MIGRANTI: operazione MOAS-CRI, in salvo quasi 800 persone. Nella stiva di un barcone carico di persone, recuperati tre corpi.

In un concitato salvataggio notturno conclusosi solamente alle 3 di mattina della notte scorsa, le navi Phoenix e  Responder della missione congiunta MOAS e Croce Rossa hanno assistito quasi 800 persone migranti e recuperato tre cadaveri al largo delle coste della Libia.  Un totale di 10 mila persone sono state soccorse nelle ultime 48 ore. Si stima però purtroppo che almeno 28 cadaveri siano stati recuperati, sebbene non si sappia con certezza il numero di possibili dispersi.
"Senza risposte chiare a livello europeo e internazionale al fenomeno migratorio, la strage di esseri umani in mare continuerà. Non è il mare ad uccidere i migranti, è l'indifferenza ad ucciderli", ha dichiarato il Presidente Nazionale Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca.

Seleziona anno
  1. 2020
  2. 2019
  3. 2018
  4. 2017
  5. 2016
  6. 2015
  7. 2014
Seleziona mese
  1. Gennaio
  2. Febbraio
  3. Marzo
  4. Aprile
  5. Maggio
  6. Giugno
  7. Luglio
  8. Agosto
  9. Settembre
  10. Ottobre
  11. Novembre
  12. Dicembre
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7