Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Migranti, continua il lavoro della Croce Rossa nei principali porti del Sud Italia per prestare assistenza alle persone soccorse in mare nelle ultime ore

assistenza ai migranti a Lampedusa
Lampedusa, i volontari CRI assistono i migranti

E’ incessante in questi giorni il lavoro di uomini e donne della Croce Rossa Italiana che, insieme con le altre associazioni e istituzioni, è presente nei principali porti di Sicilia, Calabria, Puglia, Sardegna per prestare assistenza umanitaria ai migranti che sbarcano dalle unità navali di Guardia Costiera, Marina Militare e mercantili dopo essere stati soccorsi in mare.

Dallo scorso venerdì, in una settimana sono stati 11mila i migranti salvati.

“Oltre i numeri ci sono le persone e spesso l’emozione di un aiuto a chi è in difficoltà ripaga da tutte le fatiche. Proprio ieri nello sbarco di Palermo – racconta un volontario della Croce Rossa Italiana – c’era un bambino appena nato che la mamma aveva difficoltà ad allattare. Così ci siamo attivati subito per far arrivare il latte al neonato e lo abbiamo nutrito. Poi il piccolo è stato trasferito in ospedale”.

In Sicilia la Croce Rossa è in campo con oltre 100 volontari e operatori del Reparto Regionale di Sanità Pubblica (RSP), con ambulanze, tende a montaggio rapido, automezzi per il trasporto di persone e materiale.

Nel porto di Trapani è in corso lo sbarco di 200 persone. La Croce Rossa è presente con 20 volontari, 3 ambulanze e 5 sanitari del RSP. A Trapani sono arrivati nelle scorse ore complessivamente 586 migranti, tra cui 78 donne, molte delle quali incinte, e 58 bambini, cinque dei quali neonati.
A Pozzallo (RG), a bordo di nave Fiorillo della Guardia Costiera, sono giunti nella mattinata di oggi, 17 aprile, 301 migranti, tra i quali 23 bambini e 43 donne, provenienti da Siria ed Eritrea. Ad Augusta ieri sono arrivati 592 persone, tra cui 42 donne e un minore. I migranti sono arrivati a bordo di nave Dattilo e fanno parte di sei diversi interventi di soccorso. La Croce Rossa con 10 volontari, ambulanze e operatori del Reparto Sanità Pubblica, ha prestato assistenza sanitaria.
Nella notte del 17 aprile è arrivato a Lampedusa un gruppo di circa 70 migranti soccorsi dalla Guardia Costiera, tra i quali una donna morta e 18 persone ustionate, forse in seguito all’esplosione di una bombola di gas prima della partenza dalle coste libiche. I feriti sono state trasferiti in elicottero a Palermo e Catania.
Nella giornata del 16 aprile al porto di Augusta sono giunte 600 persone. La CRI era presente con 16 volontari, ambulanze e mezzi di trasporto.

Intanto la Croce Rossa si prepara ai nuovi arrivi previsti a Palermo e a Messina per la mattinata di domani, sabato 18 aprile. A Palermo giungeranno 200 persone. La CRI sarà presente con 30 volontari e 4 ambulanze. Circa 480 migranti arriveranno invece a Messina, dove la Croce Rossa interverrà con 30 volontari e 2 ambulanze.



 
 


 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito