Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

FACE 2015, le squadre della Croce Rossa Italiana di Vigodarzere (PD) e di Prignano sulla Secchia (MO) partecipano alle gare europee di primo soccorso in Romania

volontari di Prignano sulla Secchia
Il team CRI di Prignano sulla Secchia (Mo)

Due team della Croce Rossa Italiana, uno della provincia di Padova e uno di quella di Modena, in rappresentanza dell'Italia stanno partecipando all'edizione 2015 di FACE (First Aid Convention in Europe), la gara europea di primo soccorso in corso dal 10 al 13 settembre a Bucarest, in Romania.
Ogni anno la competizione viene organizzata con successo in diversi paesi dell'Europa e vi prendono parte squadre di volontari di Società Nazionali di Croce Rossa europee, i quali si confrontano nelle tecniche di primo soccorso adottate dalle Società di appartenenza attraverso prove pratiche e simulazioni. I partecipanti affrontano prove di soccorso di vario tipo attraverso scenari di intervento, chiamati “stazioni”, allestiti nella città: incidenti domestici, sportivi, lavorativi ed emergenze varie. Si tratta di una serie di simulazioni di soccorso altamente realistiche, in lingua inglese, alle quali i volontari devono rispondere coordinando il proprio intervento per un primo soccorso rapido ed efficace. Gli scenari vengono approntati con feriti-attori preparati teatralmente, con scenografie fedeli e ferite realizzate da truccatori che utilizzano tecniche cinematografiche. La gara ha anche la funzione di verificare le conoscenze dei team in diversi altri ambiti quali le attività sociali, il supporto psicosociale e il diritto internazionale umanitario.


 
 
volontari di Vigodarzere
La squadra CRI di Vigodarzere (Padova)

La squadra della Croce Rossa di Vigodarzere (Padova) è composta da 12 persone e si è qualificata per la competizione europea vincendo la Gara Nazionale di Primo Soccorso CRI nel 2013. Il team della Croce Rossa di Prignano sulla Secchia (Modena), formato da 17 volontari, ha vinto la Gara Nazionale di Ortona nel 2012. 
“Desidero ringraziare le squadre che rappresentano l'Italia - ha detto il Presidente Nazionale CRI Francesco Rocca – augurando loro in bocca al lupo a nome di tutta la Croce Rossa Italiana. I volontari italiani, da sempre esempio in tutto il mondo delle buone pratiche nel primo soccorso, grazie alla loro operatività e alla grande preparazione, rappresentano meritatamente la CRI in una competizione sana, utile per confrontarsi con altre realtà europee nelle tecniche di primo soccorso, ma anche per affermare lo spirito di universalità alla base del Movimento di Croce Rossa".

 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito