Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

La Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa lancia una campagna globale sulle migrazioni: “Protect Humanity – Stop indifference”

Campagna Stop Indifference Prtoect Humanity

La Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (FICR) lancia oggi una campagna globale rivolta ai singoli individui, alle comunità, ai decision makers, agli opinionisti, ai leader  che a tutti i livelli fanno il possibile per sostenere la vulnerabilità dei migranti.
“Protect Humanity – Stop indifference” è un'iniziativa globale ideata per creare solidarietà ed empatia nei confronti dei migranti più vulnerabili e per chiedere la loro protezione come una questione di responsabilità collettiva. L’appello della Federazione è quindi rivolto a tutti, per garantire la protezione, sicurezza e proteggere la dignità di tutti i migranti, senza discriminazioni, in ogni fase del viaggio.
Il sito della campagna è  www.ifrc.org/protecthumanity e si può sottoscrivere la petizione online per richiedere la garanzia di un trattamento umano di tutti i vulnerabili costretti a diventare migranti. Chi aderisce alla campagna può anche condividere la propria opinione con l’hashtag  #ProtectHumanity.
La petizione sarà presentata ai partecipanti del 32 ° Congresso Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa a Ginevra il prossimo dicembre.
“Siamo stati tutti scossi da scene strazianti provenienti da tutta Europa, che ci ricordano i pericoli e le numerose sfide che i migranti devono affrontare tutti insieme durante i loro viaggi", ha detto Elhadj As Sy, Segretario Generale della FICR. “Abbiamo visto anche forti dimostrazioni di umanità da parte di persone scioccate e delle comunità locali. Che questo shock possa essere fonte di ispirazione per agire e aderire alla nostra campagna. Aiutateci a ribadire che ogni singola persona, a prescindere dallo status giuridico, ha il diritto alla sicurezza e alla dignità”, conclude il Segretario.
La campagna è stata presentata durante l’incontro in corso da oggi a Tunisi sul tema delle migrazioni, organizzato dalla Federazione, dove i partecipanti provenienti da tutto il Movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, così come i rappresentanti di governo dei paesi interessati e i partner delle Nazioni Unite e ONG umanitarie si confronteranno fino al 18 settembre sul rafforzamento della risposta umanitaria alla crisi attuale, oltre a trovare soluzioni per supportare al meglio le persone nel corso del loro viaggio.
Nelle ultime settimane volontari e personale di Croce Rossa in Italia, Grecia, Serbia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Ungheria, Austria e Germania hanno lavorato senza sosta, fedeli alla loro missione umanitaria, fornendo sostegno a decine di migliaia di migranti vulnerabili.
"La Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa è presente in tutti i paesi", ha detto As Sy. "Siamo sulle banchine dove le persone soccorse in mare arrivano, siamo alle stazioni ferroviarie e sui confini in tutta Europa, e siamo ai lati della strada per fornire cibo, acqua e protezione dalle intemperie”.
Quest’anno più di 300.000 persone sono arrivate in Europa via mare, mentre si stima che 2.500 sono annegate durante il viaggio. Secondo le Nazioni Unite nel 2015 quasi 60 milioni di persone sono state sfollate con la forza, e decine di altri milioni hanno lasciato le loro case in cerca di opportunità economiche per se stessi e le loro famiglie, e in cerca di dignità e pace.

Guarda il video della campagna " Protect HumanityStop indifference " #ProtectHumanity

https://www.youtube.com/watch?v=2uAC9Ks95Y8&feature=youtu.be


 
 
Campagna Stop Indifference Prtoect Humanity


 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito