Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Terremoto Centro Italia – A San Severino tra servizi di assistenza e ludoteca per bambini: “Siamo diventati una grande famiglia”.

Dona subito online!
Terremoto Centro ItaliaSostieni la Croce Rossa Italiana per le attività di Emergenza Terremoto Centro Italia

San Severino è stato uno dei territori più coinvolti nella gestione dell’emergenza in seguito alle violente scosse di terremoto della fine di ottobre. Ben 5 i centri di accoglienza allestiti nel territorio comunale, in cui si prosegue ogni giorno a dare ospitalità e supporto alle centinaia di persone che non possono rientrare nelle loro case. 

Elena Amici è la presidente del Comitato Croce Rossa di San Severino: “La nostra struttura è presente con 10 volontari e durante queste settimane stiamo contando sull’aiuto e sulla collaborazione di altri volontari provenienti dalle Marche, dal Lazio, dalla Sicilia, dalla Lombardia e dal Piemonte. Li ringrazio tutti dal profondo del cuore: sono persone straordinarie, insieme stiamo facendo un grande lavoro. Mi dispiace soltanto – dice mentre è indaffarata nel coordinamento delle attività – che per via dei tempi stretti dell’emergenza non abbiamo avuto occasione per conoscerci a fondo.

Qui a San Severino svolgiamo attività sociali e di assistenza in favore di tutti gli ospiti, prestando particolare attenzione, come è ovvio, alle fasce più svantaggiate. Ci siamo mobilitati a partire dalle scosse del 26 ottobre, abbiamo curato i trasporti, l'evacuazione dell'ospedale di Matelica, l'allestimento di un'infermeria all'interno del palazzetto dello sport. 

 

Il numero complessivo delle persone assistite è salito fino a 500, oggi siamo circa la metà perchè in molti stanno trovando ospitalità nelle strutture alberghiere della costa”.

 
Terremoto Centro Italia: volontari e operatori di Croce Rossa italiana impegnati a San Severino per supportare le popolazioni colpite
 

Tra le iniziative più riuscite va rimarcata la nascita della ludoteca: “Siamo diventati come una grande famiglia – racconta Cristina Cardìni, delegata area giovani del Comitato CRI di San Severino – e grazie anche a tutti i volontari degli altri comitati riusciamo a tenere la ludoteca sempre attiva. Sin dal primo giorno abbiamo iniziato a raccogliere le disponibilità di insegnanti e associazioni varie per creare questo servizio, al quale sono direttamente dedicati 5 operatori ogni settimana. Svolgiamo attività di ogni tipo, tra cui giochi, canti e balli. Siamo arrivati a gestire anche 70 bambini. Uno degli aspetti più belli è che siamo riusciti a coinvolgere gli adolescenti: molti dei volontari impegnati, ad esempio quelli provenienti dal Piemonte, avevano quasi la stessa età e quindi è stato facile riuscire a comunicare anche con loro”.

 
Il presidente della Croce Rossa Italiana incontra i volontari impegnati nelle zone colpite dal terremoto nel Centro ItaliaI disegni con cui i bambini delle zone colpite dal sisma ringraziano i volontari di Croce RossaVolontari e operatori CRI giocano con i bambini delle zone terremotate
 
Striscione colorato #con il cuore nel centroIl centro di accoglienza per terremotati di San SeverinoLe attività dei volontari Croce Rossa per i bambini delle zone colpite dal terremoto Centro Italia: qui giocano a scacchi
 

Elena Amici conclude così: “In questa emergenza si è sprigionato un sentimento di collaborazione e condivisione straordinario. È davvero impossibile, per me come per tutti, esprimere con le parole la gratitudine che proviamo per coloro che stanno dando tutto per aiutare queste persone”.

 
Per approfondire le attività della CRI in sostegno delle popolazioni colpite dal sisma clicca qui
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito