Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

[Chiusa] Al via le procedure per l’esercizio del diritto di opzione riservate al personale dell'Ente Strumentale C.R.I.

La Croce Rossa Italiana – come da avviso pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente Strumentale in data 3 novembre 2016 – ha aperto la prima fase per l’esercizio del diritto di opzione rivolto al personale dall’Ente strumentale alla CRI, che ha la possibilità di comunicare all'Associazione la volontà di continuare a lavorare per la Croce Rossa Italiana, invece che essere sottoposto al processo di mobilità presso altre pubbliche amministrazioni.
Si tratta di un'importante opportunità, su cui l’Associazione punta molto, perché significa poter contare su professionisti formati e che hanno un bagaglio d’esperienza fondamentale per costruire una Croce Rossa sempre più flessibile e innovativa ma, allo stesso tempo, basata sulla sua storia e tradizione, che l’ha vista in prima linea, con i suoi uomini e donne, in ogni teatro operativo nazionale ed internazionale. 

In questa fase di transizione e trasformazione, infatti, le persone che da anni già lavorano al servizio del volontariato seguendo come metodo i Principi e i Valori su cui si fonda l'azione umanitaria dell'intero Movimento sono la risorsa essenziale per strutturare il nuovo management dell’Associazione a tutti i livelli, per essere fedeli ai compiti d’interesse pubblico che l'Associazione è chiamata a garantire.

Il diritto di opzione quindi, previsto dall’art. 6 del D.lgs 178/2012 per garantire la continuità occupazionale al personale dell'Ente Strumentale C.R.I., segue la definizione della dotazione organica provvisoria dell'Associazione formalizzata con Provvedimento n. 196 del 14 ottobre 2016 del Presidente Nazionale C.R.I.
Il Segretariato ha previsto la possibilità di incontri, anche individuali, con il personale interessato al transito presso l'Associazione che potrà discutere sulle opportunità di impiego, sul mantenimento del trattamento economico, sul nuovo trattamento giuridico, sulle possibilità di crescita professionale e su altre eventuali possibilità in relazioni alla propria esperienza e alle posizioni aperte, tecniche e amministrative, nell’intero territorio italiano.

Come riportato nell’avviso pubblicato sul sito dell’Ente Strumentale, questa prima fase per l’esercizio del diritto di opzione si chiuderà in data 23 novembre 2016.

Ricordando, comunque, che l’esercizio del diritto d’opzione riservato al personale dell'Ente Strumentale alla C.R.I. resta valido fino al 31 dicembre 2017, saranno aperte ulteriori finestre temporali per garantire l’eventuale transito nei ruoli dell’Associazione.

Per incontrare il Segretario Generale è possibile scrivere un’e-mail a sg@cri.it, con la possibilità di colloquio anche tramite skype.

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito