Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

19 marzo - Festa del Papà: il ricordo di Henry Dunant, padre dei Volontari CRI

 
19 marzo - Festa del Papà: il ricordo di Henry Dunant, padre dei Volontari CRI

Nel giorno della Festa del Papà, 19 marzo, CRI Sicilia ricorda il padre della Croce Rossa, Henry Dunant. Uomo sensibile e profondo, 150 anni fa si dirigeva verso il quartier generale dell'imperatore francese Napoleone III, situato nei pressi di Solferino, località a sud del Lago di Garda, dove per caso giunse all'indomani della celebre battaglia del 24 giugno 1859.

Lo scontro tra l'alleanza franco-sarda e l'esercito austriaco per l'indipendenza dell'Italia è stato particolarmente cruento e lo scenario che si presenta agli occhi dell'uomo d'affari ginevrino è terrificante: abbandonati sul campo di battaglia, oltre 40 mila soldati tra morti e feriti. Smarrito, profondamente scosso, con l'aiuto della popolazione locale Dunant organizza i primi soccorsi per alleviare le pene delle vittime. Si dice che, per Dunant, quello fu un vero e proprio shock che segnò profondamente la sua psiche e dal quale non si riprese mai.

Nel 1863, Dunant insieme ad altri quattro cittadini svizzeri crea un comitato che in seguito prenderà il nome di Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). Un anno più tardi, con il sostegno dei cinque membri fondatori del Comitato Internazionale della Croce Rossa, il Governo svizzero convoca una conferenza diplomatica alla quale parteciparono i rappresentanti di 16 Paesi e che si conclude con l’adozione della prima Convenzione di Ginevra. Il trattato pone limiti ai comportamenti sul campo di battaglia, sancendo il trattamento umanitario delle vittime e l'adozione di uno speciale emblema distintivo, ossia una croce rossa su sfondo bianco.

“In questa giornata - afferma Luigi Corsaro, Presidente CRI Sicilia - per noi è importante ricordare Henri Dunant, padre fondatore della Croce Rossa. A lui va il merito di aver dato vita a un’organizzazione internazionale che oggi presta soccorso e promuove iniziative a favore delle persone vulnerabili. Ecco perché oggi lo ricordiamo: è l’esempio per ogni Volontario CRI, soprattutto per i più giovani che mettono in campo i suoi insegnamenti nell’azione quotidiana della CRI”.

Da CRI Sicilia, auguri a tutti i Papà!

 
 

Di Houda Sboui, Volontaria CRI Palermo

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito