Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Diritto Internazionale Umanitario

 

I Giovani CRI si impegnano a diffondere il Diritto Internazionale Umanitario in maniera dinamica e coinvolgente, in modo da rendere tale materia più vicina ai propri coetanei.
La diffusione non si limita alla mera conoscenza della norma ma pone l’accento sulla comprensione reale della norma stessa, poiché non è sufficiente conoscere una norma per rispettarla.

Per maggiori informazioni scrivere a: sofia.moriconi@cri.it

 

RAID CROSS – Il Gioco di Ruolo

L'obiettivo del Raid Cross è rendere i partecipanti più consapevoli della realtà del conflitto armato, dell'importanza delle azioni umanitarie e stimolare la riflessione. Violare le norme del Diritto Internazionale Umanitario significa privare le persone più vulnerabili di protezione, significa causare sofferenze inutili e indiscriminate. 

Nel corso dell'attività, i partecipanti interpretano successivamente il ruolo di prigionieri, civili, soldati e operatori umanitari, ruoli che li porteranno a scoprire, da diversi punti di vista, quali sono le reali difficoltà di vivere in situazioni di conflitto e anche quali regole governano queste situazioni estreme. 

L’attività viene realizzata molto spesso in contesti scolastici e la metodologia usata è il Role Play, o Gioco di Ruolo: uno strumento efficace basato sull’interattività̀, sul dialogo e sulla capacità di mettersi in gioco, imparando attraverso emozioni e sentimenti.

Raid Cross è destinato ad un pubblico di età compresa indicativamente tra i 12 e i 18 anni.

L’attività rientra nell’ambito dell’Offerta Formativa proposta dal Protocollo 2017/2018 tra CRI e MIUR.

 
 (299.63 KB)Circolare organizzazione attività “Raid Cross” (299.63 KB).
 
 (503.21 KB)Locandina - Raid Cross (503.21 KB).
 
 
 

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito