Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa
Diversità Multiple
 

“Diversità Multiple” è il progetto di ricerca della Croce Rossa Italiana, finanziato dall'UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziali, che intende misurare e far emergere un fenomeno poco conosciuto come quello della discriminazione multipla fondata sull’orientamento sessuale e l’identità di genere tra i migranti richiedenti asilo e protezione internazionale.  

Personale adeguatamente formato della CRI raccoglierà informazioni tra gli ospiti dei centri di accoglienza straordinaria (CAS) “Enea”, “Penelope” e “Pietralata” di Roma con l’obiettivo di individuare le possibili vittime di discriminazioni multiple, conoscere quindi in maniera più approfondita il problema e attivare poi delle prime misure di assistenza e protezione, mediante adeguato supporto di base psicologico, legale e di mediazione culturale.

 
 (1.21 MB)Scarica la brochure "Diversità Multiple" - IT (1.21 MB).
 (788.2 KB)Scarica la brochure "Diversités Multiples" - FR (788.2 KB).
 (787.55 KB)Scarica la Brochure "Multiple Diversities" - EN (787.55 KB).
 
 

Notizie


17/12/2019

Freddo: Croce Rossa Italiana a sostegno di chi vive in strada

Con il freddo si moltiplica in tutta Italia l’impegno della Croce Rossa a favore delle persone senza dimora. Una molteplicità di iniziative che vanno dalla collaborazione ai piani di intervento per il freddo dei Comuni al potenziamento della rete di supporto costituita dalle Unità di Strada che, con i Volontari, sono presenti tutto l’anno sui vari territori. Specificità dell’azione della CRI è anche quella di portare supporto sanitario con un primo intervento.

25/11/2019

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Rocca: "Ogni 15 minuti in Italia una donna subisce violenza, una su tre nel mondo. Serve cambio di rotta culturale"
"Ci si può assuefare alla violenza sulle donne? Possiamo tollerare la visione di una ragazza sfigurata dall'acido, di una donna incendiata in un parcheggio, di una giovane presa a sassate e nascosta sotto un muretto? Riusciamo a far finta di niente quanto una signora copre con il trucco un livido di troppo? Forse sì, se non si fa niente di reale per contrastarla, questa violenza. 

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito