Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Malattie sessualmente trasmissibili: al via al Centro di Bresso la formazione per le persone migranti

 
Malattie sessualmente trasmissibili: al via al Centro di Bresso la formazione per le persone migranti
 

Promuovere la tutela della salute tra le persone migranti attraverso incontri di informazione presso il Centro di Accoglienza Straordinario (CAS) di Bresso (MI) ed il Centro “Fenoglio di Settimo Torinese (TO) per ridurre i rischi di contagio da HIV e malattie sessualmente trasmissibili. Il progetto Prevenzione in Movimento, iniziato nel gennaio 2018 e sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, prevede il coinvolgimento dei giovani della Croce Rossa Italiana in un ruolo attivo nella sensibilizzazione e prevenzione. Dopo un periodo di formazione in cui hanno realizzato 7 opuscoli tradotti in 7 lingue e un video informativo, 15 volontari stanno affiancando il personale medico e i mediatori culturali negli incontri con le persone migranti.

Sono circa 150 gli ospiti del CAS di Bresso che stanno partecipando alle lezioni tenute da un medico e un mediatore culturale con il supporto di 9 volontari CRI. “Diffondiamo misure di prevenzione e forniamo informazioni utili per accedere ai servizi sanitari nazionali - afferma Mohammed Awad medico del CAS che conduce gli incontri – C’è grande interesse e partecipazione da parte dei beneficiari e i giovani volontari CRI possono arricchire il loro bagaglio culturale”. "Il progetto - aggiunge Marco Callisti giovane volontario e referente di Prevenzione in Movimento – è una occasione per mettere a disposizione le mie competenze e allo stesso tempo una straordinaria possibilità di crescita professionale e personale”. 

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito