Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

CRI Ascoli: celebrazione per il centenario della Federazione Internazionale

 

L’emozione ha fatto da padrona presso la sala della ragione del Palazzo de Capitani nel corso della cerimonia organizzata dal Comitato di Ascoli Piceno in occasione della Festa Internazionale della Croce Rossa.

Alla presenza delle massime autorità cittadine civili in una sala consiliare gremitissima, dopo l’emozionante lettura dei 7 principi, ha preso la parola il Presidente del Comitato di Ascoli Piceno Cristiana Biancucci, che ha voluto ringraziare l’opera silenziosa del volontariato, senza clamori e alla luce dei sette principi del Movimento di Croce Rossa e Mezza Luna Rossa. La cerimonia ha visto la premiazione di circa 25 volontari che hanno raggiunto i 15 anni, 25 e  35 anni di anzianità di servizio presso la CRI di Ascoli Piceno. A ciascun volontario è stato consegnato un attestato ed una medaglia di riconoscimento del servizio prestato in tutti questi anni dal Dott. Di Pardo della Prefettura, dalla Vice Presidente della Regione Marche Anna Casini e dal Presidente Regionale CRI Fabio Cecconi.   

Un toccante momento è stato il gemellaggio tra i Comitati di Ascoli, L’Aquila Unità territoriale di Amatrice e Perugia. Un incontro voluto fortemente dalla Presidente Cristiana Biancucci per suggellare ancora di più l’unione tra i comitati CRI colpiti dal sisma. Presenti i presidente regionali CRI Lazio De Nardis e Umbria Scura, oltre alla presenza dei referenti dell’unità sisma CRI centro Italia. A seguire il conferimento del Premio Luigi Feriozzi – storico Presidente della CRI ascolana -  alla Dott.ssa Meri Marziali, presidente della Commissione pari opportunità, per l’impegno portato avanti in questi anni nel sociale.

Si è data poi lettura dell’encomio ricevuto dalla CRI nazionale a firma del Presidente Nazionale della CRI e della Federazione internazionale della CRI e Mezza Luna Rossa: “L’impegno profuso costituisce un tassello importante nel percorso di ricostruzione del tessuto economico e sociale delle comunità colpite, rispecchiando in pieno i principi fondamentali del nostro movimento. L’umanità e la dedizione, frutto di sacrificio quotidiano, con cui affrontate tutt’oggi il post sisma, sono motivo di orgoglio per tutta l’associazione che vive costantemente sfide quotidiane, che si diramano ad ogni livello, soprattutto in quello locale dove la percezione delle necessità e dei bisogni è pulsante”.

 
 


A seguire, con l’ingresso dei 2 alfieri della Repubblica, è avvenuta la consegna della bandiera della Croce Rossa al Sindaco di Ascoli Guido Castelli, la stessa verrà issata sul pennone e sventolerà accanto a quella del comune, dell’Italia e dell’Europa, un modo per avvicinare la cittadinanza alla conoscenza della CRI e delle sue molteplici attività per i più deboli.

Quest’anno si celebrano i cento anni della fondazione di Croce Rossa e Mezza Luna Rossa e dal 6 maggio e per tutta la settimana la bandiera sventolerà davanti al palazzo comunale.

A seguire è avvenuta tra i suoni delle chiarine e le bandiere dei sestieri della quintana l’inaugurazione della nuova ambulanza.

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito