Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Al via “Hold the line”: il nuovo role-play educativo dei Giovani CRI

 
 

Un’attività educativa in prima persona per favorire l’empatia con le emozioni e il vissuto di persone migranti richiedenti Protezione Internazionale. Nel dicembre 2018 la Croce Rossa Italiana ha creato “Hold the Line”, tipologia specifica di gioco di ruolo denominata edu-larp, ideato grazie alla collaborazione con Andrea Maragliano, game designer e dottorando dell'Università di Genova. Le prime run di gioco sono state effettuate come laboratorio esperienziale all’interno del programma didattico del Campus Nazionale della Croce Rossa Italiana per Trainer di Operatori/trici in attività rivolte alle persone migranti (Avezzano e Bresso).

Dopo una fase di sperimentazione, la nuova attività è stata realizzata all’Università LUISS Guido Carli di Roma, nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile. L’obiettivo generale di “Hold the Line” è quello di offrire un’esperienza significativa che avvicini la comprensione ai vissuti emotivi e quotidiani dei richiedenti Protezione Internazionale favorendo la conoscenza delle realtà legate agli iter burocratici per il riconoscimento della protezione e lo sviluppo di pensiero critico e non giudicante, al fine di promuovere una cultura della non violenza e della pace.

Attraverso questo edu-larp i partecipanti sperimentano le attese, i rischi, le delusioni, gli ostacoli e le speranze che possono rappresentare la complessità del viaggio migratorio dal punto di vista della persona migrante, insieme ad alcune meccaniche specifiche riguardanti l’iter da seguire per poter essere accolti nel nuovo Paese.

 
 
 

Nella fase iniziale del gioco ai partecipanti vengono assegnate nuove identità che rappresenteranno i personaggi che dovranno vestire durante la fase di svolgimento. “Hold The Line” si svolge attraverso meccaniche specifiche appartenenti al mondo dei LibroGame, per cui giocatori si trovano davanti delle carte gioco, con la descrizione di alcuni scenari e le relative possibili scelte da seguire. Iniziando dalla prima card, dovranno prendere la loro prima decisione e da lì in poi si delineerà il loro percorso, affrontando ad ogni carta una scelta che rimanderà ad una carta successiva, oppure a delle esperienze specifiche di interazione con altri personaggi.  Alla fine del percorso, guidati dalle carte, i partecipanti affronteranno la fase di debriefing finale insieme ai facilitatori di “Hold the Line”, in cui saranno spiegati alcuni punti emersi durante la fase di gioco per facilitare la contestualizzazione del vissuto e la condivisione delle considerazioni personali.

Se sei interessato a sviluppare "Hold the Line" nel tuo territorio, scrivi una mail a giovani@cri.it.

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito