Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

La Corte di Giustizia interviene di nuovo sui trasporti sanitari: sì alle convenzioni dirette in caso di emergenza

La Corte di Giustizia è tornata sulla questione del trasporto sanitario rispondendo ai dubbi sul concetto di “emergenza” sollevati, questa volta, dal TAR Veneto. 
Con ordinanza del 20 giugno 2019 la Corte ha ribadito che i servizi di trasporto in ambulanza possono essere affidati con convenzione diretta e senza gara pubblica alle organizzazioni di volontariato ogni volta che sussistano rischi, “anche potenziali”, di peggioramento delle condizioni di salute del paziente durante il trasporto. Tale rischio, precisa la Corte, deve essere valutato oggettivamente. 

Ciò si pone in linea con le conclusioni della sentenza Falck nella quale la Corte di Giustizia aveva già chiarito che il Codice degli appalti non si applica ai “servizi di ambulanza” in tutti i casi in cui il trasporto sia assicurato da personale formato in materia di pronto soccorso e interessi pazienti a rischio di peggioramento dello stato di salute durante il trasporto.

 (227.13 KB)Qui il documento integrale (227.13 KB).
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito