Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

La CRI Molise si mobilita per la donazione sangue

«Ci uniamo all’appello delle altre Associazioni e chiamiamo a raccolta i tanti Volontari della CRI, sempre sensibili quando si tratta di donare il sangue». Questo il messaggio lanciato da Giuseppe Alabastro, Presidente del Comitato Regionale Molise della Croce Rossa Italiana, riguardo alla carenza di liquido ematico negli ospedali molisani e che potrebbe mettere a rischio gli interventi chirurgici già programmati nei presidi ospedalieri regionali. 

«Nessun allarmismo – ha dichiarato Alabastro –, le urgenze vengono garantite ma, al contempo, è quasi fisiologico che al termine dell’estate cresca la richiesta di sangue. Sono molte le cause di questa carenza, in primis l’effetto “vacanza”, con tanti donatori abituali che si stanno godendo qualche giorno di meritato relax». Ora, però, Alabastro, chiama a raccolta tutti i Volontari donatori della CRI. «In questi mesi i nostri Volontari hanno dimostrato sensibilità e senso civico, contribuendo a sopperire alla crescente richiesta ematica. Chiedo loro uno sforzo ulteriore. Appello rivolto anche a tutti i cittadini che hanno questa possibilità. Ricordo a tutti che il sangue è un farmaco insostituibile per i pazienti cardiochirurgici, ematologici, oncologici, chirurgici e politraumatizzati. Un gesto che, al contempo, fa bene anche a chi lo fa, sia da un punto di vista fisico che morale».

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito