Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

A Isola del Gran Sasso D’Italia si torna a scuola grazie alla Croce Rossa

 
 
 
 

Oltre 1000 mq con laboratori multimediali e accesso diretto alla palestra, 10 classi per 200 giovani studenti che potranno tornare a studiare in un luogo confortevole e attrezzato. Il 9 novembre alle ore 11:30, si inaugura a Isola del Gran Sasso d’Italia la Scuola Primaria ‘Parrozzani’, la prima grande opera antisismica realizzata dalla Croce Rossa Italiana grazie alle donazioni ricevute a seguito del terremoto del 2016.

La CRI è accanto alla popolazione colpita dal sisma del Centro Italia sin dai primi minuti. A causa dei gravi danni subiti dalle strutture scolastiche di Isola del Gran Sasso, i ragazzi e gli insegnanti della zona sono stati costretti a lunghi viaggi e faticosi doppi turni per poter continuare l’attività didattica nelle poche scuole rimaste illese, spesso molto lontane e difficili da raggiungere. Una situazione di grande disagio su cui la CRI ha deciso di intervenire, rispondendo ad una richiesta diretta del Ministero dell’Istruzione e del Comune di Isola. Questa inaugurazione ha un significato particolare: rappresenta al meglio l’intento della CRI di ‘non lasciare nessuno indietro’, di ripopolare il territorio affinché le comunità non siano costrette ad abbandonarlo.

E proprio perché si parla di rinascita, l’8 novembre, alle ore 17:30 circa, si terrà un flash mob che coinvolgerà gli studenti insieme alle famiglie, per riprodurre il simbolo del Terzo Paradiso, opera del Maestro Michelangelo Pistoletto, come segno della rinascita sociale. L’Opera è protagonista di importanti installazioni in tutto il mondo, come ad esempio nel Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, nella sede del Consiglio dell’Unione Europea o nel bosco di Francesco d’Assisi, dove il segno del Terzo Paradiso è formato in maniera permanente da 160 ulivi e, per Croce Rossa Italiana, il Maestro ha elaborato una versione del Terzo Paradiso ispirato ai sette Principi Fondamentali del Movimento.

 
 
 

Nel pomeriggio dell’8 novembre, dalle 15:30 circa, sarà inoltre possibile visitare la Cittadella della Croce Rossa, spazio allestito dai volontari del Comitato CRI Teramo, per diffondere informazioni sulle attività del Comitato e buone pratiche per uno stile di vita sano.

Queste due importanti giornate prevedono la partecipazione dei vertici della Croce Rossa Italiana e dei donatori che hanno permesso alla CRI di realizzare l’opera.

Tra loro: Croce Rossa del Principato di Monaco, Allianz, Smurfit Kappa, CRI Ferrara, Scuola G. Borsieri di Trento, Otis, Gruppo Spaggiari.

La costruzione della Scuola Primaria Parrozzani a Isola del Gran Sasso rappresenta uno dei punti qualificanti dell’azione della CRI nei territori colpiti dal sisma, soprattutto perché diretto alle giovani generazioni, il futuro di queste comunità. È uno dei 15 grandi progetti di ricostruzione che la Croce Rossa sta portando avanti: strutture permanenti, tecnologicamente avanzate, realizzate con materiali completamente antisismici, capaci di restituire spazi di aggregazione e incontro alla popolazione, ma anche di trasformarsi in presidi di protezione civile e di prima accoglienza in caso di future calamità. Non solo risposta alle emergenze, perciò, ma ricostruzione: questo l'obiettivo di 'Un'Italia che aiuta'", dichiara il Presidente Nazionale della CRI, Francesco Rocca.

La Croce Rossa Italiana ha deciso di dare il buon esempio alle generazioni future, riducendo il più possibile l’impatto ambientale, pertanto, l’evento sarà completamente plastic free e, a tutti i bambini, verranno donati dei kit scuola prodotti con materiali eco-sostenibili.

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito