Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Siglato l'accordo tra la Fondazione Museo storico del Trentino, Croce Rossa del Trentino, il Comune di Ledro e le Società Dunant e Appia di Ginevra

 

La Fondazione Museo storico del Trentino, la Croce Rossa-Comitato provinciale di Trento, il Comune di Ledro e le Società Dunant e Appia di Ginevra. Un bella squadra internazionale. Dentro a un "Accordo" a cinque brillano i nomi di Louis Appia e Henry Dunant a distanza di 167 anni.E’ il 13 febbraio 2020, è mezzogiorno, siamo in via Tommaso Gar a Trento, di fronte alla Facoltà di lettere, dentro alla sede della Fondazione Museo storico del Trentino. Sembra il posto giusto per parlare di storia, quella bella, quella che unisce ed aiuta a capire. Sembra il momento giusto per formare una squadra. A dir la verità, è sempre il momento giusto per dar vita a una squadra. L’importante è che i suoi componenti siano motivati, che abbiano chiari gli obiettivi e le finalità. Importante è che  condividano il percorso, pur nelle loro specificità e modalità di azione e di intervento. Ora vi presento la formazione seduta intorno al tavolo: al centro Giorgio Postal, presidente della Fondazione Museo storico Trentino. All’ala destra  Rodolfo Taiani, responsabile dell'area editoria e patrimonio storico-culturale della Fondazione, Renato Girardi sindaco del Comune di Ledro e Fabio Fedrigotti Assessore alla Cultura del Comune di LedroAll’ala sinistra Alessandro Brunialti, Presidente della Croce Rossa Italiana-Comitato Provinciale di Trento, Maria Grazia Baccolo del Comitato Croce Rossa Trento e della Società Henry Dunant di Ginevra, Roger Durand Presidente delle Società Henry Dunant e Louis Appia di Ginevra.A quale scopo le cinque istituzioni si sono incontrate? Per firmare congiuntamente un importate “Accordo programmatico” o meglio, in estrema sintesi, per unire le proprie forze e contribuire così ad approfondire e far conoscere i valori storici di Croce Rossa e a valorizzare, in particolare, la figura del chirurgo Louis Appia, italiano di origine, tedesco di nascita, svizzero di adozione, e di nuovo italiano nella sua azione di delegato medico. Appia è stato il braccio operativo del CICR ed  ha messo in pratica la prima convenzione di Ginevra proprio in Trentino, durante la battaglia di Bezzecca nella Terza Guerra di indipendenza italiana, curando i soldati al comando di Garibaldi.Diversi  saranno gli eventi: mostre, iniziative commemorative, pubblicazioni, spettacoli, interventi nelle scuole e molto altro che i cinque partner hanno già delineato per il 2020 e stanno impostando per gli anni a seguire.Vi terremo informati, restate sintonizzati.  

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito