Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Philips Foundation in prima linea con Protezione Civile, Cesvi e Croce Rossa Italiana per l’emergenza Covid-19

 

Philips Foundation, da sempre impegnata a garantire l’accesso alle cure per quanti si trovino in difficoltà, ha deciso di supportare l’azione di Protezione Civile e Cesvi, due realtà in prima linea nella gestione dell’emergenza Covid-19.

100.000 euro è il contribuito destinato a Protezione Civile, a cui è affidato il coordinamento degli interventi necessari a fronteggiare l'emergenza sul territorio nazionale. Nell'ambito di queste attività, la donazione servirà a sostenere l’acquisto d tutti i materiali necessari, a partire dai dispositivi di protezione individuale e dalle apparecchiature medicali per il trattamento dei pazienti ospedalizzati. 

A Cesvi, organizzazione umanitaria basata a Bergamo -territorio fortemente colpito dall'emergenza- sono stati donati 50.000 euro, destinati a sostenere il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Papa Giovanni XIII di Bergamo, tramite l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e sistemi di ventilazione non invasiva fissi e trasportabili.  

Al sostegno di Philips Foundation, si aggiunge quello di Philips Italia che ha lanciato una raccolta fondi, a cui i dipendenti hanno risposto con grande entusiasmo e che l’azienda ha deciso di raddoppiare: grazie a questo impegno condiviso sono stati donati 50.000 euro alla Croce Rossa Italiana, Comitato Nazionale che li utilizzerà per la gestione delle attività di assistenza sanitaria in tutto il Paese e l’acquisto di materiali per l’emergenza Covid-19.

In un frangente così drammatico per il nostro Paese, Philips Foundation e Philips Italia hanno dato il proprio contributo per supportare concretamente chi è in prima linea nella lotta contro il Covid-19” ha dichiarato Simona Comandè General Manager Philips Italia, Israele e Grecia. “Come azienda a livello globale, inoltre, ci stiamo mobilitando: è di qualche giorno fa l’annuncio dell’incremento della produzione di alcuni prodotti e soluzioni di terapia intensiva per aiutare a diagnosticare e curare i pazienti Covid-19.  Per chi come noi opera nel settore della salute questo impegno è una missione vera e propria: ce lo ricordano i nostri tecnici che ogni giorno sono in ospedale a installare o manutenere le apparecchiature medicali utili a combattere l’emergenza e ce lo hanno dimostrato i colleghi che, ognuno nel proprio piccolo, hanno fatto qualcosa di grande di cui sono fortemente orgogliosa”. 

Philips ha infine offerto a Regione Lombardia e Protezione Civile l’uso gratuito fino alla fine dell’emergenza degli ex uffici di Philips spa a Monza, per la destinazione che i due enti riterranno più necessaria e appropriata nella gestione dell’emergenza. Il complesso, in uso fino a marzo 2018, ha una superficie complessiva di 24.000 mq. 

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito