Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Consiglio Direttivo Nazionale CRI: priorità programmatiche 2020, modifiche al Testo Unico circolazione veicoli, relazione Osservatorio tutela Emblema e report attività de “Il Tempo della Gentilezza”

 

Modifiche a Testo Unico circolazione veicoli; strutturazione delle attività associative nelle seguenti due aree: a. "Area Programmi, Formazione e Sviluppo", b. "Area Operazioni, Emergenza e Soccorso"; approvazione delle priorità programmatiche del 2020; nomina dei Delegati Tecnici Nazionali e Commissioni consultive nazionali; approvazione piano di equipollenza delle qualifiche; relazione dell’Osservatorio sulla tutela dell’Emblema; visione del report sull'attività de “Il Tempo della Gentilezza”. Questi alcuni dei temi affrontati dall'ultimo CDN, cui hanno preso parte anche l’Ispettore Nazionale del Corpo Militare CRI e l’Ispettrice Nazionale del Corpo delle Infermiere Volontarie.

“Con la modifica al Testo Unico sulla circolazione dei nostri veicoli otteniamo una maggiore sicurezza e accessibilità, inoltre si introduce il principio di una patente a punti per essere sempre più efficienti e al passo coi tempi. Il report sulle attività de 'Il Tempo della Gentilezza' ci fa toccare con mano l’enorme lavoro delle nostre Volontarie e Volontari su tutto il territorio nazionale, portato avanti sin dall'inizio della pandemia di Covid-19. Un orgoglio per l’Associazione e per tutto il Paese - ha sottolineato Francesco Rocca, Presidente delle Croce Rossa Italiana - reso ancor più evidente dai numeri che parlano chiaro: abbiamo dimostrato che la ‘macchina Croce Rossa Italiana’ funziona ed è sempre più ovunque e per chiunque”.

“Attraverso l’approvazione delle priorità programmatiche del semestre conclusivo del 2020 (maggiore attenzione al territorio, adeguamento della struttura associativa, attuazione della Strategia 2030, presenza sempre più marcata tra le Istituzioni della Repubblica e tra le Forze Armate, sostenibilità finanziaria e diffusione del principio di Umanità) abbiamo la possibilità di lavorare con obiettivi chiari e specifici, per essere ancora più performanti. Il grande lavoro condotto dall’Osservatorio sulla tutela dell’Emblema infine - ha dichiarato Rosario Valastro, Vicepresidente Nazionale - ci consente di apprezzare gli sforzi per la salvaguardia e la veicolazione dei nostri Principi e Valori”. 


Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito