Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Due nuove Ambulanze per CRI Pescara

 
 
 
 

“in altri tempi, l’acquisto di due nuove ambulanze…sarebbe stata l’occasione per fare una grande festa…purtroppo, però, la pandemia che ormai tutti conosciamo non ci ha permesso di fare tutto quanto avevamo in programma” con queste parole, inserite in un messaggio più articolato inviato martedì scorso a tutti i soci, il Presidente della Croce Rossa di Pescara, Gianluca Desiderio, di concerto con tutto il consiglio direttivo composto da Fabio Nieddu, Valentina Montebello, Chiara Fierini e Ponte Vincenzo, comunicava che “purtuttavia qualcosa andava fatto perché il lavoro, la dedizione e la passione di ogni volontario di Croce Rossa andava celebrata”.Cosi è stato, questa mattina, con una sobria cerimonia, alla presenza dei soli delegati di area in rappresentanza di tutti i Volontari, dell’intero Consiglio Direttivo, di una rappresentante delle Infermiere Volontarie, di un rappresentante del Corpo Militare, del Sindaco di Pescara Avv. Carlo Masci, del Presidente Regionale dott. Gabriele Perfetti, del Prof. Massimo Sargiacomo, sempre vicino al nostro Comitato di Croce Rossa, nel rispetto delle norme di prevenzione per il Covid, dopo la benedizione dei mezzi da parte dell’Arcivescovo Mons. Tommaso Valentinetti, è stato tagliato il nastro delle due nuove ambulanze entrate a far parte del parco auto del comitato di Pescara ed al servizio della comunità.La prima ambulanza, arrivata pochi mesi fa e già messa al servizio della cittadinanza in questo particolare periodo di emergenza sanitaria, è stata acquistata grazie al lascito economico appositamente predisposto dal precedente consiglio direttivo che è stato ringraziato dal Presidente Desiderio per questa possibilità. La seconda, arrivata poche settimane fa, è stata acquistata grazie ad una permuta vantaggiosa di un altro mezzo che, ormai, aveva raggiunto un ragguardevole chilometraggio.Entrambe le ambulanze sono state allestite dalla MAF (Mariani Alfredo e Figlio) di Pistoia, azienda leader nel settore degli allestimenti per questo genere di mezzi che, tranne che per il colore degli interni, sono esattamente identici.“Questi Mezzi”,  ha detto Gianluca Desiderio, Presidente del Comitato CRI di Pescara “rafforzano i servizi svolti quotidianamente dai nostri volontari e dipendenti e sono importanti ancor più in questo periodo che da diversi mesi ci vede impegnati a fronteggiare anche l’emergenza sanitaria generata dal Covid-19. Le moderne ambulanze di cui ci siamo dotati, di cui una già operativa da qualche mese, consentiranno ai nostri volontari e dipendenti di rispondere sempre meglio alle necessità delle persone più vulnerabili. Un ringraziamento particolare, a tutti coloro i quali ci stanno aiutando in questo particolare periodo, all’ Amministrazione Comunale qui rappresentata dal Sindaco, al Presidente Regionale della Croce Rossa, a sua Eccellenza l’Arcivescovo, al prof. Sargiacomo che hanno voluto condividere con noi questo momento, un grazie, inoltre, a tutta  la cittadinanza che anche con piccoli sostegni ci premia della fiducia nella nostra azione basata sui 7 Principi cardini della Croce Rossa”.Il Sindaco di Pescara Carlo Masci ha inteso sottolineare come “siano importanti le azioni ed il lavoro delle associazioni di volontariato come la Croce Rossa e come la stessa svolga un attività encomiabile sul territorio. Bisogna ringraziare tutti i volontari perché arrivano ad aiutare lì dove le pubbliche amministrazioni non riescono ad arrivare”. Gabriele Perfetti, Presidente del Comitato Regionale ha evidenziato come sia sempre “un momento di grande gioia quando partecipa a questi eventi perché rappresentano una crescita ed una concretizzazione di quello che si fa. Alcune volte non  è solo sufficiente la buona volontà, ci vogliono strumenti e questi due nuovi mezzi sono due strumenti a servizio della comunità” aggiunge, inoltre “auguro ai volontari del Comitato di Pescara di continuare ad avere, sempre, più possibilità di arrivare lì dove altri o non arrivano o hanno timore di arrivare” conclude, infine con un appello “diamo il buon esempio, facciamolo attraverso la vaccinazione, io mi fido della scienza e voglio chiedervi di farlo anche voi. Questo significa e rappresenta un ulteriore ostacolo al virus che si propaga”. Una curiosità riguarda uno dei due nuovi mezzi: la targa 085 ricorda il prefisso della città ed i suoi interni sono bianchi ed azzurri. Un mezzo nato proprio per il servizio della nostra città.

 
 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito