Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Operatori Polivalenti di Salvataggio in Acqua

Logo Operatori Polivalenti di Salvataggio in Acqua

L'operatore Polivalente di Salvataggio in acqua della CRI è una figura di operatore del soccorso che ha il requisito di polivalenza sulla base del terreno ove opera e per la massima specializzazione della sua preparazione. Oltre ad essere un operatore di primo soccorso sia a terra che in acqua, integra la sua specializzazione nel settore con le specialità di Operatore Conduttore di Mezzi Nautici, Operatore Sommozzatore, Operatore Medico o tecnico Iperbarico, Operatore Elitrasportato.
Gli OPSA sono appartenenti delle varie componenti della Croce Rossa Italiana (Corpo Militare, Infermiere Volontarie, Sezione Femminile, Pionieri, Volontari del Soccorso, Donatori di Sangue e Dipendenti CRI). Sono in servizio attualmente oltre trenta Idroambulanze su gommone o battelli di piccole dimensioni, in particolare sono entrate in servizio unità navali maggiori quali idroambulanze rianimazione. Gli Operatori del Salvataggio in acqua svolgono direttamente l'attività di soccorso, anche attraverso convenzioni con gli organi locali e nazionali, in sinergia con la Guardia Costiera e con tutti gli organismi pubblici. Il personale Operatore di Salvataggio in acqua è preparato per formare equipaggi sanitari per l'imbarco su mezzi navali ed aeromobili della Guardia Costiera, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri, della Polizia di Stato ed altri. E' stato firmato un " Protocollo d'intesa" (quadro) tra il Comando Generale delle Capianerie di Porto e la Croce Rossa Italiana per il concorso alle attività di soccorso marittimo.Nell'emergenza 118 in alcune Regioni le squadre di salvataggio in Acqua della CRI sono state interpellate per assicurare l'emergenza sanitaria in mare.

Coordinatore Regionale salvataggio in acqua Delegato presso il 4° M.R.S.C.: Sig. Gaetano Filosa
E-mail: gaetanofilosa@libero.it

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito