Croce Rossa Italiana - Testata per la stampa

Notizie

 
EMERGENZA CORNO D'AFRICA

EMERGENZA CORNO
ROCCA (CRI): "UNA VERA CATASTROFE SI STA CONSUMANDO DAVANTI A NOI. ARRIVARE AD ALCUNI VILLAGGI AL CONFINE CON IL SUDAN E' QUASI IMPOSSIBILE"

E' arrivato a Nairobi con un volo messo gentilmente a disposizione dall'Aeronautica Militate italiana, un mezzo lince della Croce Rossa Italiana, fornito dal Dipartimento di Protezione Civile. L'automezzo sarà utilizzato nell'ambito della missione CRI presente nella regione del Turkana ed impegnata nell'assistenza sanitaria attraverso cliniche mobili in quella zona, che è fra le più colpite dalla siccità che sta devastando il Corno D'Africa.

Foto di Tommaso Della Longa/ItRC

Diario dal Kenya - Ora conosciamo la situazione, c'è bisogno di tutti voi

di Tommaso Della Longa - Portavoce CRI

In volo tra Nairobi e Roma - Quando manca tutto, si riscopre il valore delle piccole cose. Una macchina. Il cellulare. Una strada asfaltata. Un bistrot. Un centro commerciale dove si può trovare di tutto. Per non parlare dell'acqua e della luce, come del frigorifero. Siamo partiti la mattina di mercoledì, volo Lodwar-Nairobi, con sosta a Kitale. L'aeroporto dello scalo di partenza è fatto di una lamiera a coprire un piccolo box con alcune panche. Il controllo dei bagagli e delle persone viene fatto a mano. Poi l'aereo e via, con il Turkana nel cuore e la fierezza di quelle persone che cercano cibo e acqua negli occhi. In quota, si vede chiaramente come l'acqua possa cambiare tutto nel giro di 45 minuti di volo: a Kitale c'è il verde, i pascoli, la vita, a Lodwar e dintorni sembra il deserto. E' per questo che i progetti a lungo termine della Croce Rossa guardano alla costruzione di pozzi, irrigazione e infrastrutture. Ora il primo bisogno è il cibo e l'assistenza sanitaria, ma bisogna intervenire subito anche con uno sguardo ambizioso al futuro.

Foto di Tommaso Della Longa/ItRC

Diario dal Kenya - 48 ore nel distretto di Kaikor, dove serve ogni tipo di aiuto

di Tommaso Della Longa - Portavoce CRI

Lodwar - Disperata. Maestosa. Forte. Fuori dal mondo. Affascinante. Piena di storie e di bisogni. Ecco le prime parole che vengono in mente per descrivere l'Africa e più in particolare la regione del Turkana del Nord, nel distretto di Kaikor, dove la Croce Rossa Italiana opererà. Nelle ultime 72 ore, i volontari e gli operatori di CRI hanno iniziato a prendere confidenza con il terreno e le attività. Lunedì e martedì, sono stato insieme al team leader Ignazio Schintu e al video-operatore Stefano Scuderi, nei villaggi del Nord, mentre il resto del team affiancava la Croce Rossa Keniota nelle attività intorno a Lodwar.

Foto di Stefano Scuderi/ItRC

Diario dal Kenya -  "On the road" in Turkana: tra malnutrizione, carestia e polvere

di Tommaso Della Longa - Portavoce CRI

Lodwar - Non so se esiste per davvero il "mal d'Africa". Questa terra però sprigiona una forza e un'energia che ti prendono completamente, a 360 gradi, così tanto da sentirsi inebriati, alla ricerca di vedere e conoscere il più possibile. Qui vicino all'Equatore, i colori e i paesaggi sono incredibilmente diversi: le nuvole e le stelle sembrano sfiorare le nostre teste e a guardarle si pensa subito a una scenografia. Non può essere vero, così maestoso, così bello, così semplice.

Foto di Tommaso Della Longa/ItRC

Diario dal Kenya - La Croce Rossa Keniota in prima fila per fronteggiare l'emergenza

di Tommaso Della Longa - Portavoce CRI

Nairobi - Questa volta la televisione non c'è riuscita. Normalmente siamo abituati a essere martellati da immagini e notizie che ingantiscono situazioni e avvenimenti. L'emergenza in Corno d'Africa invece è stata raccontata poco. Anche nelle rare eccezioni in cui se ne è parlato, le immagini e le parole non sono riuscite fino in fondo a restituire il dramma che intere popolazioni stanno vivendo. Siamo arrivati da poche ore, ma bastano i racconti e i fotogrammi che ci fanno vedere i colleghi della Consorella Keniota per comprendere che non c'è veramente tempo da perdere.

Foto di Marco Alpozzi/ItRC

EMERGENZA CORNO D'AFRICA: AL VIA LA MISSIONE UMANITARIA DELLA CROCE ROSSA ITALIANA NEL TURKANA

Un primo contingente di otto persone tra volontari e operatori della Croce Rossa Italiana è arrivato ieri a Nairobi per dare il via ad una operazione umanitaria nel Turkana, una delle regioni maggiormente colpite dalla gravissima crisi che sta investendo l'area del Corno d'Africa. La Croce Rossa Italiana sarà impegnata in un intervento umanitario basato sull'assistenza sanitaria e sulle attività di distribuzione degli aiuti alimentari.

Foto di Marco Alpozzi/ItRC

CORNO D'AFRICA, E' PARTITO OGGI PER IL KENYA IL CONTIGENTE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA CHE DARA' IL VIA ALL'OPERAZIONE UMANITARIA NEL TURKANA

Un contingente di otto persone tra volontari e operatori della Croce Rossa Italiana è partito questa mattina dall'aeroporto di Fiumicino (Roma) per Nairobi per dare il via ad una operazione umanitaria nel Turkana, una delle regioni maggiormente colpite dalla gravissima crisi umanitaria che sta investendo l'area del Corno d'Africa. Alla prima tranche di logisti si aggiungeranno nei prossimi giorni medici e personale sanitario CRI. La Croce Rossa Italiana allestirà un presidio sanitario pediatrico e organizzerà un sistema di cliniche mobili in grado di raggiungere la popolazione nelle aree remote.

CORNO D'AFRICA

CORNO D'AFRICA, CROCE ROSSA:
LA SITUAZIONE RESTA GRAVE
3,2 MILIONI DI PERSONE SOCCORSE
DI CUI 385 MILA BAMBINI SOLO IN KENYA

 La situazione nel Corno d'Africa resta molto grave. Ogni Società Nazionale sta rispondendo all'emergenza con il supporto della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Il Comitato Internazionale di Croce Rossa sta agendo nel sud della Somalia. La attuale siccità è il risultato non solo della mancanza di piogge ma anche della combinazione di questioni croniche di fondo come l'aumento della popolazione, la problematica delle migrazioni, il degrado dell'ambiente ed i conflitti locali. Combinati insieme questi fattori hanno comportato una diminuzione della capacità di resistenza delle comunità.

@ICRC

Somalia, Croce Rossa: soccorsi d'emergenza per oltre un milione di persone

Ginevra/Nairobi - Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) sta intensificando l'operazione d'emergenza in Somalia centrale e meridionale per assistere un milione e 100 mila persone in più colpite dalla siccità e dal conflitto. L'organizzazione sta chiedendo ai donatori 67 milioni di franchi svizzeri come finanziamento aggiuntivo, portando il budget totale del 2011 a 120 milioni di franchi (più di 155 milioni di dollari USA).

Photo: Jakob Dall / Danish Red Cross (p-KEN0551)

CORNO D'AFRICA, ARRIVATO IN KENYA IL TEAM DI VALUTAZIONE DI CROCE ROSSA ITALIANA. CIBO E PERSONALE SANITARIO LE DUE GRANDI EMERGENZE. IL TASSO DI MALNUTRIZIONE NEL TURKANA E' DEL 38 PER CENTO. CRI: "TROPPO A LUNGO INASCOLTATI GLI APPELLI DELLE ORGANIZZAZIONI UMANITARIE"

Cibo e personale sanitario. Questi i bisogni più urgenti che il team della Croce Rossa Italiana ha verificato sul terreno dopo l'arrivo in Kenya a seguito dell'emergenza umanitaria esplosa nel Corno d'Africa. Insieme alla Croce Rossa Keniota il team di valutazione CRI oggi sarà nella regione del Turkana, a nordovest del Kenya, zona che in questo momento soffre di una devastante carestia: il tasso globale di malnutrizione qui, raggiunge il 38 per cento della popolazione.

Seleziona anno
  1. 2011
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito