testata per la stampa della pagina

Notizie

Soccorritori sotto attacco: 3000 casi di aggressioni in Italia solo nel 2018. Nel convegno della CRI l'appello ad avviare una battaglia culturale comune


Continua a crescere il numero delle aggressioni agli operatori sanitari. Un fenomeno ancora poco noto, che desta grande preoccupazione nelle zone di guerra, ma anche nel nostro Paese. Da questo prende il via la campagna della Croce Rossa Italiana “Non sono un bersaglio” e l’odierno Convegno internazionale che si è tenuto presso lo Spazio Europa, dal titolo “Non sono un bersaglio: il personale sanitario a rischio. Prospettive nazionali e internazionali”.
Dopo il saluto di Beatrice Covassi, Alto Rappresentante della Commissione Europea in Italia, che ha lodato l’iniziativa, è seguito quello del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vito Crimi: “La Presidenza del Consiglio dei Ministri – ha sottolineato il Sottosegretario – ha aderito immediatamente a questa meritevole iniziativa non solo di comunicazione, ma di mobilitazione a livello globale. Il soccorritore non può e non deve diventare un bersaglio”.

“Non sono un bersaglio”. Francesco Rocca: “Una ‘narrazione’ mai tentata prima”

“Non sono un bersaglio”. Francesco Rocca: “Una ‘narrazione’ mai tentata prima”

Perché la Croce Rossa Italiana ha deciso di lanciare questa Campagna, Presidente? Sono anni che la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (FICR) che ho l’onore di presiedere, così come il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), l’Istituzione indipendente e neutrale che protegge e assiste le vittime della guerra e della violenza armata, denunciano l’acuirsi delle violenze ai danni di chi porta aiuto.

In crescita le aggressioni ai soccorritori: Croce Rossa lancia la campagna "Non sono un bersaglio"

In crescita le aggressioni ai soccorritori: Croce Rossa lancia la campagna "Non sono un bersaglio"


Rocca (CRI): “Colpire chi porta soccorso significa annichilire la speranza”

In occasione della “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre” la Croce Rossa Italiana lancia “NON SONO UN BERSAGLIO”, la campagna che denuncia il costante intensificarsi di attacchi agli operatori sanitari nei teatri di conflitto in tutto il mondo, ma anche in “insospettabili” contesti come le città e le province italiane. 
L’iniziativa sarà veicolata da oggi attraverso i canali RaiMediasetLa7Gruppo Mondadori e nei circuiti cinematografici ANEMMOVIE MEDIA e SPAZIO CINEMA ANTEO. Testimonial della campagna Fortunato Cerlino, noto attore della celebre serie tv “Gomorra”, che ha doppiato lo spot prodotto dal Comitato Internazionale di Croce Rossa (CICR).

Seleziona anno
  1. 2019
  2. 2018
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7