testata per la stampa della pagina

Comitato Regionale Sicilia

Salute

 
Donazione del sangue
 

Donazione del sangue

È stato stimato che una sacca di sangue può salvare fino a tre vite! Fornire una sicura e adeguata donazione del sangue sul territorio in modo capillare ed organizzato dovrebbe essere parte integrante della politica sanitaria di ogni paese.
Compito istituzionale della Croce Rossa Italiana è quello di concorrere al raggiungimento dell’autosufficienza nazionale nell’ambito delle donazioni del sangue e delle sue componenti particolari e all’aumento della sicurezza trasfusionale, con un’opera capillare su tutto il territorio di informazione e formazione sulla donazione.

In Sicilia sono attive le seguenti convenzioni tra Croce Rossa Italiana e presidi o strutture trasfusionali:

 
dona il sangue
  • Azienda Ospedaliera Vittorio Emanuele II di Catania;
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Enna;
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Messina;
  • Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti "Villa Sofia-Cervello" di Palermo,che gestisce le Strutture Trasfusionali presso il Presidio Ospedaliero "Cervello" (via Trabucco, 180) ed il Presidio Ospedaliero di "Villa Sofia" (piazza Salerno, 4). In entrambe le strutture si possono effettuare donazioni del sangue tutti i giorni, dalle ore 8:15 in poi. La prima donazione avviene soltanto in differita, in conformità alla vigente normativa, dopo avere effettuato la pre-donazione e previo giudizio di idoneità a seguito delle indagini di laboratorio.
 

Sono, inoltre, presenti due strutture mobili presso i Comitati C.R.I. di Catania e Messina.

Il Comitato Provinciale CRI di Palermo ha dato inizio nel 2008 alla costituzione del gruppo dei Donatori di Sangue; nel 2010 sono poi sorti i gruppi di Capaci, Partinico e Bagheria. E' in atto una Convenzione tra il Comitato Provinciale CRI di Palermo e l'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti "Villa Sofia-Cervello" di Palermo. Nel corso del 2011 sono state effettuate 150 donazioni di sangue (aferesi e piastrinoaferesi). Da allora, a seguito di cambio di cariche, non è stata più portata avanti l'attività di proselitismo nella donazione di sangue e di conseguenza non si è più proceduto alla donazione stessa. Nel 2013 si è provveduto alla nomina del referente provinciale delle attività di promozione della donazione volontaria di sangue. Il referente sta organizzando un corso per Conduttori di gruppo, propedeutico alla selezione dei volontari che si occuperanno di rafforzare e diffondere la cultura della solidarietà e della donazione di sangue.

Nel Comitato Provinciale CRI di Caltanissetta, la convenzione, stipulata l'11 maggio 2009 ai sensi della legge 21 Ottobre 2005, tra l'Azienda Ospedaliera "S. Elia" di Caltanissetta e la C.R.I., risulta scaduta e ad oggi non è stata rinnovata. E' in fieri comunque l'avvio della nuova convenzione con l'Azienda Ospedaliera di Caltanissetta, presso la quale ha sede il centro trasfusionale. Centri di raccolta sono rappresentati sia dal "S. Elia" di Caltanissetta che dal presidio ospedaliero "M. Raimondi" di San Cataldo (CL). Quanto alle attività di divulgazione e proselitismo della donazione sangue, sono stati tenuti alcuni incontri con gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di Caltanissetta e con appartenenti all'Arma dei Carabinieri. Il Comitato sta inoltre procedendo all'organizzazione di altri incontri da tenersi nelle scuole di Caltanissetta e provincia. Per quanto concerne il numero delle donazioni svolte nell'arco del 2012, sono state effettuate n, 10 di sangue e n. 2 di Piastrine. Il Comitato sta procedendo a incrementare la diffusione della cultura della donazione di sangue ed emoderivati tramite adeguati opuscoli informativi ed incontri con la popolazione.

Per quanto riguarda il Comitato Provinciale CRI di Enna, è presente una sola convenzione, stipulata con il Presidio Ospedaliero di Enna. Non si evince al momento il numero delle donazioni effettuate nel corso del 2012 o comunque dal momento della stipula della convenzione. Richiesta di convenzione è stata fatta anche all'ospedale di Nicosia (attualmente in attesa di responso) e verranno fatte in seguito ulteriori richieste all'ospedale di Leonforte e di Piazza Armerina. Sono in fase di organizzazione delle giornate informative per la diffusione della cultura della donazione di sangue ed emoderivati. Sono stati nominati inoltre i Referenti per ogni sede C.R.I. come responsabili per la promozione della donazione volontaria di sangue.

Nel Comitato Provinciale CRI di Catania già da diversi anni erano presenti due Gruppi Donatori Sangue. L'attività di donazione si è svolta tramite un centro mobile per la raccolta sangue (autoemoteca). L'attività di donazione è continuata ininterrottamente anche dopo lo scioglimento della componente . In atto vi è un centro raccolta mobile gestito da personale medico e paramedico volontario accreditato SIMET Azienda Policlinico presidio Ospedaliero Vittorio Emanuele II Catania. Il 13 aprile p.v. verrà organizzato il corso propedeutico alla raccolta sangue per medici, infermieri professionali e volontari laici da parte della direzione sanitaria CRI di Catania, al fine di accreditare all'autorizzazione al salasso nuove figure professionali e istruire ai criteri della donazione IIVV e volontari. È in fase di studio anche la realizzazione di un punto fisso CRI per la raccolta del sangue presso locali di proprietà del Comitato Provinciale. È in itinerela  nomina dei referenti per le attività di donazione di sangue e verrà effettuata pianificazione trimestrale della raccolta nei vari Comitati.

Il Presidente Regionale ha invitato tutti i Comitati C.R.I. che ne fossero sprovvisti, ed ubicati nelle vicinanze di presidi e strutture trasfusionali, a stipulare le convenzioni, come previste dal Decreto dell'Assessore della Sanità 19 settembre 2008 (G.U.R.S. n. 48 del 17 ottobre 2008) che - tra l'altro - contiene lo schema tipo di convenzione tra l'azienda sanitaria sede di struttura trasfusionale e le associazioni e federazioni dei donatori di sangue afferenti per territorio.

 

Campagna 2014/2015 per la Donazione del Sangue

Il 14 dicembre è stata lanciata la Campagna 2014/2015 sulla Donazione del Sangue, promossa dal Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana della Sicilia.Partendo dal periodo natalizio per poi continuare fino a giugno 2015, la Campagna avrà uno sviluppo temporale graduale e sarà rivolta al territorio siciliano. Obiettivi della campagna, la promozione e sensibilizzazione alla donazione del sangue nell’ottica di una creazione di una cultura della donazione. Il Comitato Regionale C.R.I della Sicilia si propone, inoltre, di trasmettere la gioia del donare, passando il messaggio di una donazione che, oltre ad essere dovere civico, è soprattutto atto di solidarietà ed esprime il valore della vita, essendo segno della propria disponibilità verso gli altri.In Italia attualmente non è stato ancora raggiunto l’obiettivo dell’autosufficienza nazionale e , in questi ultimi anni,accanto a un numero di donazioni rimasto pressoché invariato, c’è stato un incremento netto della richiesta di sangue dovuto al gran numero di trapianti d’organo e di midollo che vengono effettuati e all’impiego di terapie per la cura di molti tumori. Ad affermarlo lo stesso Presidente del Comitato Regionale CRI, l’Avv. Rosario M.G. Valastro: « La Sicilia è ancora ben lontana dall’autosufficienza del sangue e quindi occorre intensificare la promozione della donazione volontaria e consapevole, anche con azioni mirate al coinvolgimento della fascia giovanile della popolazione. Donare il sangue significa contribuire a rendere più forti le nostre comunità, combattendo le vulnerabilità. La donazione, inoltre, è anche un investimento sulla propria salute, in quanto consente un controllo gratuito sui principali parametri vitali » .Per raggiungere l’ autosufficienza e salvare sempre più vite umane, bisogna dunque puntare sulla sensibilizzazione dei cittadini, soprattutto sui più giovani, nei confronti della donazione volontaria e periodica del sangue e dei suoi componenti. Obiettivo che la Croce Rossa Italiana si propone è di concorrere al raggiungimento dell’autosufficienza nazionale nell’ambito delle donazioni del sangue e delle sue componenti particolari e all’aumento della sicurezza trasfusionale, con un’opera capillare su tutto il territorio di informazione e formazione sulla donazione.
In tale quadro di obiettivi si colloca l’iniziativa della Campagna di comunicazione per la donazione del sangue. La prima fase della campagna, prevista per il periodo coincidente con le festività natalizie, insisterà proprio sul valore della donazione del sangue come il migliore dei doni da fare a Natale. Attraverso una campagna che si svilupperà principalmente attraverso i canali social, l’intento sarà di coinvolgere l’opinione pubblica nella percezione che la donazione del sangue sia un valore fondamentale da cui dipende la vita quotidiana come la speranza nel futuro.

 
 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 0647591- P.I. e C.F. 13669721006